Connect with us
Red Canzian, ira su Sanremo

News

Stefano D’Orazio, tagliato omaggio a Sanremo: l’ira di Red Canzian

L’ex Pooh su tutte le furie: “Una cosa orrenda”

Polemiche, polemiche e ancora polemiche. Il Festival di Sanremo 2021 si è concluso poche ore fa, ma le scintille orbitanti attorno alla kermesse continuano ad accendere dibattiti infuocati. Oltre alla querelle sul voto a Fedez sostenuto dalla fanbase di 23 milioni di followers di Chiara Ferragni (moglie del rapper milanese ) e il botta e risposta al vetriolo tra Willie Peyote ed Ermal Meta, è scoppiato il caso Stefano D’Orazio. L’ex batterista dei Pooh, deceduto il 6 novembre scorso, doveva essere omaggiato durante l’ultima serata del concorso ma qualcosa è andato storto e non c’è stato alcun omaggio. Red Canzian, contattato dall’AdnKronos, ha commentato in modo furioso la decisione del ‘taglio’, parlando di “orrore”.

Red Canzian durissimo su Sanremo: la scelta del taglio dell’omaggio a Stefano D’Orazio lo ha mandato su tutte le furie

La scelta di eliminare dalla scaletta il ricordo del batterista (Fiorello e Amadeus avrebbero dovuto cantare ‘Uomini Soli’ e poi spendere delle parole per il musicista scomparso), probabilmente imputabile alla lunghezza eccessiva dello show e a vari sforamenti relativi nel corso della diretta, ha mandato su tutte le furie Red Canzian. “È stata una cosa orrenda, davvero molto brutta. Sapevamo che doveva esserci questo omaggio e siamo rimasti molto male quando non l’abbiamo visto”, ha tuonato l’ex Pooh che ha aggiunto: “Perché credo che Stefano D’Orazio meritasse quel ricordo. In cinque serate piene di qualsiasi cosa, tre minuti si potevano trovare”.

Canzian è stato un fiume in piena. Non si dà pace che non si sia trovato uno spazio per la commemorazione di D’Orazio, un ‘pezzo’ di storia della musica italiana. “Per provocazione potrei dire che il tempo si poteva trovare persino al posto degli ultimi cinque in classifica, la cui assenza non avrebbe cambiato la storia della musica”, ha proseguito Red che ha così concluso: “Credo che Stefano in 50 anni abbia dato tanto alla musica italiana e che qualcosa poteva essergli restituito da quel palco. Non si può essere onorati solo quando si serve a qualcuno”.

Durante la conferenza stampa di chiusura del Festival Amadeus si è scusato per il taglio alla scaletta: “Chiedo scusa io personalmente. Stefano D’Orazio era un amico personale, l’amore e l’affetto per lui sono fuori discussione. Chiedo scusa personalmente per non aver fatto quello che avevamo pensato di fare anche insieme a Rosario”.

Sanremo 2021, non si placano le polemiche dopo la finale

Come sopra detto in queste ore stanno imperversando due polemiche roventi. Una è quella che interessa Chiara Ferragni e il marito Fedez. Secondo alcuni la scelta dell’influencer di spalleggiare al televoto sui social il marito non è stata un’idea particolarmente azzeccata. Nervi tesi invece tra Willie Peyote ed Ermal Meta. Quest’ultimo non ha preso affatto bene alcune critiche rivoltegli dal collega torinese. Su Twitter il cantautore albanese ha così risposto per le rime al rapper, dicendogli che quanto espresso sul suo conto in una intervista poteva riferirglielo di persona. Scintille e attriti post sanremesi, come da tradizione. Nulla di nuovo sotto al sole.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top