Connect with us
Laura Pausini Warner Music

Musica

Laura Pausini, ponti tagliati coi suoi discografici: “Mi hanno fatto piangere”

La cantante romagnola ai ferri corti con la casa discografica: “Ho anche rispedito indietro i fiori che mi hanno mandato per il Golden Globe”

Laura Pausini fa una rivelazione destinata a far discutere, coinvolgendo la sua casa discografica, la Warner Music Italia. L’artista, in una intervista rilasciata al quotidiano spagnolo La Vanguardia (in terra iberica è molto popolare), ha rivelato un retroscena spinoso riguardante il suo rapporto professionale con l’azienda.

I fatti risalgono a un paio di anni fa  – Nel 2018, dopo l’annuncio della nomination ai Latin Grammy per Hazte sentir (la versione spagnola dell’album Fatti sentire), Laura racconta di aver chiamato la sua casa discografica che le avrebbe risposto in modo alquanto discutibile: “Per l’età che hai e per la scena musicale attuale, crediamo che non vincerai. Per questo abbiamo deciso di non pagarti il viaggio”. Parole che gettarono nello sconforto la Pausini che crollò, lasciandosi andare alle lacrime: “Mi rattristai molto fino a piangere”.

Nonostante l’accaduto piuttosto bizzarro, la cantante, su suggerimento di mamma e papà, volò lo stesso negli Usa. “I miei genitori mi convinsero a fare un viaggio di famiglia a Las Vegas, e nel caso avessi vinto ne avremmo avuto un ricordo. Vinsi. E da allora non parlo più con i miei discografici in Italia”, ha chiosato l’artista romagnola, ricordando il suo quarto trionfo ai Latin Grammy.

La frattura professionale non è più stata sanata dopo la ‘gelida’ chiamata del 2018. “Ora, in occasione dei Golden Globe, mi hanno inviato un mazzo di fiori, che ho rifiutato e rispedito indietro”, ha concluso Laura.

Laura Pausini: dal Golden Globe alla nomination agli Oscar

Attualmente Laura vive un periodo d’oro, proseguendo una carriera già stellare. Negli ultimi mesi ha vinto il prestigioso premio assegnato ai Golden Globe per la sua interpretazione del brano di Diane Warren Io sì/Seen, canzone che fa da colonna sonora al film La vita davanti a sé, firmato dalla regia di Edoardo Ponti, figlio di Sophia Loren, che a sua volta è protagonista della pellicola.

Dopo la vittoria del Golden Globe è giunta anche la nomination agli Oscar. L’unica nota stridente in tutto questo resta il complesso rapporto con la sua casa discografica. Laura però è andata oltre e lo ha fatto nel migliore dei modi. Vale a dire smentendo, non a parole ma con i fatti, chi non ha creduto in lei fino in fondo in certi frangenti.

Laura Pausini, è tempo di confidenze: la Rai le ha chiesto di condurre Sanremo

Tempo di soddisfazioni; ma anche tempo di confidenze per la Pausini che di recente, in una conferenza stampa su Rtl 102.5 all’indomani della nomination agli Oscar 2021, ha rivelato che in passato è stata contattata dalla Rai per la conduzione del Festival di Sanremo. L’artista 46enne ha specificato che il contatto non è avvenuto nel 2021, bensì qualche anno fa. “La Rai mi aveva chiesto in passato di condurre Sanremo, ma non mi sentivo pronta”, ha spiegato, motivando il suo no alla richiesta.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Musica

To Top