Connect with us

Televisione

La Casa di Carta curiosità e misteri svelati: le parole degli attori

la casa di carta 3 nuovi attoriTutte le curiosità de La Casa di Carta spiegate dagli attori del cast

La Casa di Carta è tra le serie Tv Netflix più chiacchierate. Il Professore – interpretato da Alvaro Morte – ha affascinato innumerevoli spettatori, che non vedono l’ora di assistere alla terza stagione, piena zeppa di colpi di scena. Qualcuno perderà anche la vita? Tra anticipazioni e mezze-verità, Tv Sorrisi e Canzoni ha intervistato direttamente gli attori del cast, che hanno svelato alcuni misteri della serie ai quali forse qualcuno non ha dato ancora una risposta precisa.

La Casa di Carta: le risposte a tutti i perché della serie Tv Netflix

Prima di tutto, gli attori de La Casa di Carta hanno spiegato come mai alla serie televisiva di Netflix è stato dato quel nome: “L’azione si svolge all’interno della Zecca di Stato, il luogo dove si stampano i soldi, ovvero la ‘carta’”; poi sono passati alle maschere indossate durante le missioni svolte dai personaggi che interpretano: […] Ne La Casa di Carta la maschera esprime il concetto di resistenza al potere e di vicinanza al popolo”. Un popolo che fa il tifo per loro, così come gli spettatori, che non stanno più nella pelle: vi abbiamo detto quando inizierà la terza stagione e quante puntate conterà.

Anticipazioni La Casa di Carta 3

Con il trailer de La Casa di Carta 3, abbiamo scoperto che Rio è in carcere… Ma perché i componenti del gruppo di ladri possiedono questi nomi di città? C’è una riposta anche a questa domanda: […] Meglio mantenere l’anonimato così se un membro della banda viene preso dalla polizia non può rivelare nulla degli altri. Ed è così che i rapinatori diventano Tokyo, Nairobi, Rio, Berlino, Denver, Mosca, Helsinki e Oslo. Ciascuno ha una competenza specifica: chi nel falsificare il denaro, chi nel forzare i sistemi di sicurezza, chi nell’uso delle armi”. E poi quello che c’è da sapere sulla canzone Bella ciao: “Memorabile la scena in cui il Professore e Berlino, il braccio operativo durane l’assalto, cantano Bella ciao. Il padre del Professore era un partigiano e lui ora ricorda gli ideali di giustizia e libertà del padre con i versi della canzone dei partigiani”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top