Connect with us

Gossip

Karina Cascella, red carpet non per tutti: “Dignità non si vende”

karina cascella paola frizziero salvatore

Festival di Venezia, Karina Cascella attacca quei personaggi senza arte né parte che hanno comunque sfilato sul red carpet

Karina Cascella non ha mai peli sulla lingua. E non le sono cresciuti nemmeno durante il Festival di Venezia 2019! Ha avuto da ridire (condividendo il pensiero di tanti) su alcuni personaggi che hanno sfilato sul red carpet poco o per niente conosciuti: tra attori e stelle brillanti, ci sono stati anche donne e uomini che non hanno nulla a che vedere con quel grande evento. Karina si è chiesta come abbiano potuto accettare di andarci, visto che non hanno alcun tipo di merito. Sì, una bella esperienza, che anche lei avrebbe voluto provare, ma ha sempre detto di “no” perché non si è mai sentita all’altezza.

La dura critica di Karina Cascella: a chi sta facendo riferimento?

A Venezia 76 ci sono stati grandi divi: Giulia Salemi ha incontrato Johnny Depp, per esempio, e ha pubblicato immediatamente la loro foto insieme. Probabilmente la Salemi non è tra i personaggi criticati da Karina Cascella (e nemmeno Giulia De Lellis perché nutre stima nei suoi confronti). L’opinionista ha scritto su Instagram: […] Credo che ci siano delle circostanze in cui davvero si debba meritare qualcosa. O, comunque sia, anche nel caso in cui fosse ‘regalato’, avere quanto meno la compiacenza di mostrarsi riconoscenti del miracolo ricevuto, perché di quello si tratta. Dal mio punto di vista personale, trovo che sia molto più bello sudarsela una soddisfazione del genere. Per un’interpretazione, una carriera brillante, o anche una sola presenza, che però ha lasciato il segno”.

View this post on Instagram

Non vi accanite su stupidate, su frasi e parole scontate e banali. Quando parlo io, alcuni la vivono sempre come una sentenza, come se il mio pensiero fosse dettato sempre da sentimenti di gelosia o di frustrazione. Sono una delle poche donne, a non soffrire il successo delle altre persone in generale, qualunque lavoro essi svolgano. Però credo che ci siano delle circostanze in cui davvero si debba meritare qualcosa. O comunque sia, anche nel caso in cui fosse “regalato”, avere quanto meno la compiacenza di mostrarsi riconoscenti del miracolo ricevuto, perché di quello si tratta. Dal mio punto di vista personale, trovo che sia molto più bello sudarsela una soddisfazione del genere. Per un’interpretazione, una carriera brillante, o anche una sola presenza, che però ha lasciato il segno. Mi è capitato anni fa che mi chiedessero di partecipare pagando, come prevede la manifestazione, l’ingresso. La mia risposta è stata NO GRAZIE. E non per il costo, quando per la dignità. Perche quella non si vende e non si compra. Tante ragazze che hanno partecipato al Festival del cinema di Venezia lo meritavano e non sto qui a far nomi..ed è stato giusto fossero lì, ma tanti e tanti e tanti altri, avrebbero fatto bene secondo il mio modesto parere, a restare nelle loro case. Ma purtroppo siamo fatti così, in questo paese, si preferisce vivere poche ore di riflettori puntati addosso a qualsiasi costo. Passo e chiudo.

A post shared by Karina Cascella (@karinacascella) on

Strana questione economica, Karina confessa tutto

Poi c’è stata un’importante confessione riguardo a una questione economica: “Mi è capitato anni fa che mi chiedessero di partecipare pagando, come prevede la manifestazione, l’ingresso.
La mia risposta è stata ‘No, grazie’.  E non per il costo, quando per la dignità. Perché quella non si vende e non si compra. Tante ragazze che hanno partecipato al Festival del Cinema di Venezia lo meritavano e non sto qui a far nomi. Ed è stato giusto fossero lì, ma tanti e tanti e tanti altri avrebbero fatto bene, secondo il mio modesto parere, a restare nelle loro case”.

Karina Cascella non si trattiene su Instagram

A chi sta facendo riferimento Karina Cascella? A Venezia abbiamo visto anche Teresa Langella (che ha scritto un messaggio speciale a Maria De Filippi), Nilufar Addati e altri personaggi di Uomini e Donne, oltre quelli di Temptation Island. Poi c’è stato l’affondo finale: “Ma purtroppo siamo fatti così: in questo paese si preferisce vivere poche ore di riflettori puntati addosso a qualsiasi costo. Passo e chiudo”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top