Connect with us

Musica

Emma Marrone interviene dopo la rivolta dei fan contro Spotify: “Placatevi”

emma marrone twitter spotifyEmma Marrone interviene dopo la rivolta dei fan contro Spotify (migliaia di tweet di protesta): “Placatevi”

Nelle scorse ore i fan di Emma Marrone hanno preso letteralmente d’assalto Twitter. La piattaforma dei cinguettii è diventata la piazza digitale in cui in tantissimi hanno chiesto conto a Spotify della politica adottata in merito alla loro beniamina. Nella fattispecie, attraverso l’hashatag #ChiediloASpotify hanno domandato a gran voce una spiegazione del perché la cantante salentina solo di rado finisca nelle più importanti playlist del celebre servizio di musica. Una situazione, secondo tanti, piuttosto strana, visto che accade anche quando i brani sono acclamati e spopolano sia in radio, sia nelle vendite. Un esempio? “Io sono bella”, canzone che ha lanciato l’album Fortuna, l’ultima fatica dell’artista.

“Mi sono svegliata stamattina e ho trovato questo bordello che avete fatto su Twitter”

Dopo le migliaia di tweet piovuti (ieri se ne sono contanti più di 13 mila, ai quali vanno aggiunti quelli di oggi), è intervenuta in prima persona Emma Marrone. Le dichiarazioni sulla vicenda sono state veicolate via social: “Ciao a tutti, ovviamente mi sono svegliata stamattina e ho trovato questo bordello che avete fatto su Twitter. Io capisco il vostro punto di vista, capisco che è una vostra iniziativa per dimostrarmi tutto l’affetto e tutto l’amore che avete nei miei confronti, ma adesso io vi dico: placatevi. Unite le energie e invece di fare altri 18 mila tweet – mi sembra che il messaggio sia arrivato – fate 18 mila stream che così siete più in linea con quello che sono sempre stata io e con quello che vi ho sempre spiegato.”

Spotify e le playlist: perché i fan sono in rivolta

Dunque Emma, come nel suo stile, con educazione ha lasciato intendere di non volere creare alcuna polemica. Tuttavia il suo ‘popolo’ continua a sostenerla e a chiedere a gran voce una spiegazione a Spotify che, al momento, non si è pronunciato sulla questione. Resta il fatto che le playlist ufficiali della piattaforma possono risultare assai importanti per il successo di un brano, come è palese a molti. Infatti, sono tantissimi gli utenti che usano il servizio in modo gratuito, ascoltando le playlist predisposte. E se non c’è Emma? Piovono migliaia di tweet!

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Musica

Post Popolari

Scelti per voi

To Top