Connect with us
vanessa bryant ricordo kobe

News

Vanessa Bryant, il post struggente per Kobe e la figlia morti un anno fa

La moglie di Kobe pubblica una lettera privata inedita e struggente: il ricordo della figlia e di Kobe

Esattamente un anno fa, il 26 gennaio 2020, il mondo sportivo e non solo veniva scosso pesantemente dalla tremenda notizia della morte di Kobe Bryant, di sua figlia 13enne Gianna Maria Onore e di altre sette persone. La tragedia è avvenuta in California per via di un incidente in elicottero su cui viaggiavano le vittime. Poche ore fa, Vanessa Bryant, moglie di Kobe e mamma di Gianna, ha consegnato ai suoi profili social un post struggente, commemorando i due cari scomparsi prematuramente.

Vanessa ha scelto un modo profondo e originale per ricordare il BlackMamba e la figlia, pubblicando su Instagram una lettera privata ricevuta da una delle migliori amiche della compianta Gianna, soprannominata Gigi.

“Oggi ho ricevuto questa dolce lettera da una delle migliori amiche di Gianna, Aubrey. Ti amo Aubz (come ti chiamerebbe la mia Gigi). Grazie mille per aver condiviso meravigliosamente alcuni dei tuoi ricordi della mia Gigi con me e per avermi permesso di condividerli qui sul mio profilo Instagram. La mia Gigi è INCREDIBILE e apprezzo davvero la tua premurosa lettera. Ti amo così tanto. Mi mancano così tanto anche la mia bambina e Kob-Kob. Non capirò mai perché e come sia potuta accadere questa tragedia a esseri umani così belli, gentili e sorprendenti. Non mi sembra ancora vero Kob. Gigi, rendi ancora orgogliosa la mamma. Ti amo!”

Il mondo non scorda Kobe Bryant

Il mondo non dimentica Kobe: su Twitter gli hashtag #KobeBryant e #BlackMamba (così veniva chiamato nell’Nba per via delle sue movenze genialmente sinuose e della sua ‘letalità’ a canestro) sono in tendenza dall’inizio della giornata. Non c’è sito d’informazione, tg o trasmissione sportiva di tutto il mondo che non abbia ricordato (chi non lo ha ancora fatto lo farà nelle prossime ore) l’ex stella dei Los Angeles Lakers.

Bryant è stato uno di quegli atleti in grado di andare oltre lo sport, divenendo icona globale. Ha fatto la storia della franchigia dei Lakers ed è stato uno dei cestisti più forti di tutti i tempi, venendo eletto come erede di Michael Jordan. La sua vita si è spezzata improvvisamente a 41 anni. Dramma nel dramma, nell’incidente aereo è stata coinvolta anche la figlia Gianna, di soli tredici anni. Con loro, sul mezzo, altre sette persone. Nessuna si è salvata.

Il velivolo precipitò a Calabasas, alle 9:47 circa del 26 gennaio 2019, prendendo fuoco. I vigili del fuoco della contea di Los Angeles spensero l’incendio alle 10:30, confermando la morte di tutti i passeggeri.

Il 7 febbraio 2020, al Pacific View Memorial Park di Corona del Mar in California, è stato celebrato il funerale strettamente privato, dopo il quale Bryant e sua figlia sono stati sepolti. Una commemorazione pubblica si è tenuta poi il 24 febbraio allo Staples Center a Los Angeles, dove tifosi, cestisti NBA e amici hanno salutato Kobe per l’ultima volta.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top