Connect with us
Totti al policlinico Gemelli incontra Ilenia

Verissimo

Totti, quel gesto di Maradona che non dimenticherà mai: il retroscena

L’ex capitano giallorosso ci tiene a ricordare il Pibe de Oro in una nuova intervista a Verissimo; alla Toffanin e al pubblico svela un aneddoto interessante che riguarda il suo addio al calcio

Francesco Totti sarà ospite a Verissimo nel corso della puntata che andrà in onda domani, sabato 28 novembre 2020. Il noto ex calciatore della Roma si lascia intervistare da Silvia Toffanin ed esprime il suo commento sulla scomparsa di Diego Armando Maradona. La morte del campione argentino ha scosso un po’ tutto il mondo e, ovviamente, non poteva non provocare una certa tristezza in Totti, un grande volto del mondo del calcio. Sono diversi coloro che, in questi giorni, stanno esprimendo tutto il loro dolore per la scomparsa dell’ex calciatore, morto a 60 anni. Nel salotto della Toffanin, Francesco dichiara che aveva un bellissimo rapporto con Maradona. Descrive il campione come una persona straordinaria fuori dal campo. Per Totti e moltissimi altri, Diego rappresenta il calcio! Ora il marito di Ilary Blasi preferisce ricordarlo così, come se non se ne fosse mai andato.

“Lui è ancora qui con noi. Le emozioni che ci ha lasciato sono irripetibili”, dichiara Francesco nella sua intervista. L’ex calciatore prosegue e ammette: “Rimarrà qui sulla terra perché era diverso da tutti gli altri”. Un ricordo bellissimo quello che Maradona ha lasciato non solo ai suoi fan, ma anche ai suoi colleghi. A ricordarlo sono proprio tutti e sembra proprio che la sua figura resterà sempre viva, sebbene non ci sia più. L’ex capitano giallorosso svela anche un aneddoto riguardante Diego, che riguarda il giorno in cui ha detto addio al calcio. Scendendo nel dettaglio, Totti racconta che quando ha smesso di giocare il Pibe de Oro è stato il primo a chiamarlo per dargli tutto il suo sostegno e per rassicurarlo, consigliandogli di stare tranquillo. “È stato un gesto che porterò sempre con me”, confessa Francesco. In questi giorni, subito dopo la notizia sulla sua morte, molti hanno già pensato di organizzare eventi a lui dedicati. In particolare, Totti si dice pronto a prendere parte a una partita in suo onore. Se lo dovessero chiamare in campo accetterebbe immediatamente la convocazione.

Il mondo del calcio, in questo periodo, sta affrontando una situazione molto particolare. I calciatori giocano sul campo senza la presenza dei tifosi, in quanto giustamente è necessario evitare qualsiasi rischio di contagio tra i tifosi. Su questo punto, Totti dice la sua e fa presente che “con gli stadi vuoti non è più calcio”. Pertanto, l’ex capitano della Roma spera che tutto possa tornare alla normalità al più presto. Per quanto riguarda, invece, il Natale – un argomento molto discusso quest’anno visto che ancora non sono certe le misure che verranno prese per contrastare la pandemia del Coronavirus – Totti spera di poterlo passare insieme alla sua famiglia. È, ovviamente, consapevole del fatto che la festività natalizia sarà diversa dagli altri anni, in quanto poco tempo fa ha perso suo padre.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Verissimo

Post Popolari

Scelti per voi

To Top