Connect with us
lite Cecchi Paone Walter zenga

Televisione

Non è la d’Urso, Cecchi Paone contro Zenga: “Sei scemo o ti querelo?”

Scontro furioso nello studio di Barbara d’Urso. Il divulgatore scientifico ha minacciato di querela il padre di Andrea Zenga

Furiosa lite tra Alessandro Cecchi Paone e Walter Zenga. Entrambi ospiti a Live – Non è la d’Urso, nella puntata di domenica 21 marzo 2021, è scoppiato uno scontro a distanza. Una discussione a causa del vaccino sul Covid-19 che ha spinto l’opinionista televisivo a minacciare di agire per via legali contro l’ex allenatore: “Ma sei scemo o vuoi che ti querelo?” In collegamento da Dubai, il padre di Andrea Zenga del Grande Fratello Vip ha raccontato a Barbara d’Urso di avere fatto il vaccino cinese. La sua analisi in tema vaccini ha indispettito Alessandro Cecchi Paone. Zenga l’ha accusato di non essere mai uscito oltre Milano e il divulgatore scientifico è scoppiato:

“Ti querelo, non parlare di scienza ma parla di pallone, ignorante, buzzurro. Lui non è titolato a parlare i vaccini, i vaccini devono passare delle importanti certificazioni”

La conduttrice ha cercato di riportare un clima sereno in studio e ha bacchettato i suoi ospiti per i toni accesi. Cosa farà a questo punto il volto Mediaset nei confronti di Walter? Zenga ha spiegato come funziona la vaccinazione a Dubai e le notevoli differenze con l’Italia. Negli Emirati la popolazione può scegliere quale vaccino ricevere e il Paese ha preso un accordo con più case farmaceutiche per avere un approvvigionamento importante. Lì ci sono quattro vaccini e il cinese è quello più disponibile in quell’area del mondo. In Europa, invece, la versione cinese del vaccino anti-Covid non è stato ancora approvato dall’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali.

Live-Non è la d’Urso: la verità sul vaccino cinese di Walter Zenga

Beatrice Lorenzin, deputata della Repubblica italiana e volto del Partito Democratico, ha spiegato che i cinesi non hanno fatto richiesta all’Ema per vendere il loro vaccino in Europa. Giorgia Meloni, invece, ha dichiarato nella trasmissione di Barbara D’Urso che c’è molta confusione nella distribuzione del vaccino. Il virus è particolarmente pericolo per alcune fasce d’età e per immunodepressi ed è partita dal presupposto che da quelle categorie bisogna partire. Per la ministra, le scelte sono state fatte in modo un po’ confuso.

Secondo la Meloni, tra gli ospiti di oggi, per uscire più velocemente dall’emergenza sanitaria da Coronavirus serve più velocità nella burocrazia. Inoltre ha dichiarato che con più vaccini trattati avremmo più dosi, con più dosi avremmo la capacità di correre più velocemente e vaccinare in tempi record la popolazione italiana.

Appassionato da sempre di gossip e tv, ne scrive da cinque anni. Come autore radiofonico ha firmato undici programmi, come produttore e conduttore è stato on air a Generazione Talenti, intervistando i ragazzi di Amici e di altri talent. Gestisce il sito di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di spettacoli e in attività manageriali.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top