Connect with us

News

Michelle Hunziker, al Festival di Venezia per un motivo molto importante

Michelle Hunziker VeneziaMichelle Hunziker, ecco perché ha partecipato al Festival del Cinema Di Venezia

No Michelle Hunziker non ha partecipato al Festival del Cinema di Venezia solo per sfilare sul red carpet. Lei alla famosa Mostra cinematografica ci è andata per ben altro, per un motivo assai importante. Affiancata dall’avvocato Giulia Bongiorno, la showgirl svizzera è sbarcata in laguna per una causa molto notevole: l’empowerment femminile. Insieme al noto avvocato, infatti, Michelle ha creato Doppia Difesa, una Fondazione Onlus che ha come obiettivo quello di proteggere chi ha subito discriminazioni, abusi o violenze ma non ha il coraggio, o le capacità, di poter fare denuncia. E spesso queste vittime sono proprio le donne dato che la violenza sul genere femminile è purtroppo un fenomeno molto diffuso.

Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno a Venezia: la loro missione

L’impegno di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno va avanti da oltre dieci anni, la loro è una battaglia forte che non si ferma, il che è a dir poco ammirevole. E al Festival del Cinema di Venezia le due donne ci sono andate proprio per questo. Per incontrare delle persone che sostengono attivamente questa causa; per confrontarsi con loro e per poter creare con loro una rete una vera e propria catena di montaggio. A raccontarlo è stata proprio la Hunziker con un lungo post su Instagram dove ha ben spiegato quali sono gli obiettivi che lei e l’avvocato Bongiorno mirano a centrare. “Sono stati due giorni intensi e produttivi; abbiamo incontrato molte persone sensibili e attive su un tema che tanto ci sta a cuore come l’empowerment femminile ovvero il creare una rete virtuosa tra donne che aiutano altre donne a credere in se stesse rendendole più sicure e forti! Questo è il futuro per me. D’ora in poi inoltre lavoreremo molto sulla ‘prevenzione’ così da rendere le donne forti e ‘selfconfident’ evitando loro di imbarcarsi in storie malate con uomini aggressivi, i quali le vedono come degli oggetti da possedere”.

View this post on Instagram

Ecco il sunto tratto dal Tg5 sul perché della presenza mia e di Giulia Bongiorno al festival di Venezia! Sono stati due giorni intensi e produttivi; abbiamo incontrato molte persone sensibili e attive su un tema che tanto ci sta a cuore come l’empowerment femminile ovvero il creare una rete virtuosa tra donne che aiutano altre donne a credere in se stesse rendendole più sicure e forti! Questo è il futuro per me… d’ora in poi inoltre lavoreremo molto sulla “prevenzione” così da rendere le donne forti e “selfconfident” evitando loro di imbarcarsi in storie malate con uomini aggressivi, i quali le vedono come degli oggetti da possedere. Felicissima inoltre che abbia vinto “Joker”, un film che aiuta a riflettere su quanto il dolore porti inevitabilmente ad altro dolore e con una interpretazione straordinaria di Joaquin Phoenix. Infine le mie congratulazioni al nostro Luca Marinelli che ha vinto il premio come miglior attore!! 🇮🇹

A post shared by Michelle Hunziker (@therealhunzigram) on

Michelle Hunziker e l’incontro con Cate Blanchett a Venezia

Nel servizio mandato in onda dal Tg5, la futura conduttrice di Amici Celebrities ha rivelato di essersi confrontata con l’attrice Cate Blanchett: “Lei è una donna molto sensibile al tema con la quale ho parlato di empowerment e secondo me il futuro sarà questo: bisogna unirsi e fare delle belle cose per creare delle alleanze”. Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno alla mostra del Cinema di Venezia hanno ricevuto un prestigioso premio: il ‘Filming Italy Best Movie Humanitarian Award’. Un riconoscimento per l’impegno che ha portato all’approvazione della legge ‘Codice Rosso’ che ha come scopo principale quello di tutelare le donne.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top