Connect with us
Aurora-Ramazzotti-Alvin-Francesco-Oppini-Ilary-Blasi-Voglio-essere-un-mago-Bianca-Guaccero

Televisione

Mediaset e Rai, saltano programmi e conduttori: quali sono e perché

È tempo di grossi cambiamenti nei palinsesti delle reti Mediaset e Rai, tra trasmissioni cancellate e salti di programmazione

A poco più di un mese dall’inizio della programmazione invernale, i palinsesti TV, sia Rai che Mediaset, stanno subendo importanti trasformazioni. Alcuni programmi non andranno più in onda a causa di bassi ascolti, altri saranno trasmessi in fasce orarie diverse. Vediamo nel dettaglio cosa sta succedendo e cosa si prospetta per il futuro.

La chiusura di “Mystery Land” e “Panchinari”

Il primo programma che è stato fatto fuori dal palinsesto, dopo la messa in onda di sole due puntate, è “Mystery Land”, alla sua prima edizione. Il programma di divulgazione fantascientifica in onda su Italia1, condotto da Alvin e Aurora Ramazzotti, è stato sospeso a causa di ascolti deludenti. I telespettatori che lo hanno seguito sono stati in media 742.000, con una media di share del 2,42%. La stessa sorte è toccata a “Panchinari”, in onda il mercoledì in prima serata su Mediaset Infinity. A dare la notizia è stato lo stesso Francesco Oppini su Instagram, al timone del programma dedicato alla Champions League insieme a Fjona Cakalli. Anche in questo caso, il programma è stato cancellato dopo soli due appuntamenti.

La fine anticipata di “Star in the Star”

Gli ascolti bassi stata la causa principale anche della riduzione delle puntate previste per la prima edizione di “Star in the Star”. Lo show condotto da Ilary Blasi ha debuttato lo scorso 16 settembre, andando in onda in prima serata il giovedì su Canale 5. La sua premiere ha totalizzato uno share dell’11,02%, tenendo incollati allo schermo 1.947.000 telespettatori. La sua conclusione era prevista per il 28 ottobre, ma la rete ha deciso di anticiparla allo scorso 14 ottobre.

Si vocifera che alla base della decisione ci siano stati disguidi tra il dirigente Mediaset Pier Silvio Berlusconi e la società di produzione Banijay, che non avrebbe rispettato la parola data riguardo al contenuto della trasmissione. In più, il programma è stato al centro di critiche per la somiglianza con altri format, come “Tale e Quale Show” e “Il Cantante Mascherato”.

Le novità in casa Rai

Anche la Rai sta trasformando il proprio palinsesto. Mentre corrono le voci sulla possibile chiusura di Detto Fatto, un altro programma di Rai2 ha subito un importante cambiamento. Si tratta di “Voglio essere un mago!”, docu-reality alla sua prima edizione che ha debuttato lo scorso 21 settembre. Dopo la messa in onda di tre puntate nella prima serata del martedì, i vertici Rai hanno deciso di spostare il programma nella fascia pomeridiana dall’11 ottobre fino alla sua conclusione, prevista per lunedì 25 ottobre. Ad oggi lo share medio della trasmissione è un risicatissimo 2,28%.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top