Connect with us
Colombari, la famiglia

News

Martina Colombari: “Io e Billy dallo psicologo per aver aiuto in famiglia”

L’ex Miss Italia confessa che assieme al marito e al figlio si è rivolta ad un professionista per superare i problemi familiari innescati dalla pandemia in corso

Martina Colombari, 45 anni, di cui 25 passati al fianco del compagno ‘storico, Billy Costacurta, 54 anni e sposato nel 2005, si è confidata in una lunga intervista rilasciata al quotidiano Il Messaggero. La showgirl romagnola, che è anche mamma di Achille, nato 16 anni fa, ha fatto il punto su diversi argomenti, personali e non.

Si comincia dal suo ‘mestiere’, quello di mamma “il più difficile del mondo, specialmente adesso. Si va a intuito, col cuore e con la testa. E come si fa, si fa male”, ha spiegato Martina, riferendosi al figlio e al periodo attuale, quello segnato dalla pandemia di Covid. La Colombari non si nasconde e racconta di essersi rivolta ad uno psicologo per aver un aiuto a livello familiare perché “nei momenti di difficoltà, non è qualcosa di cui ci si debba vergognare. Anzi”.

Il fatto di essersi affidata ad un esperto nasce dalle “grandi difficoltà” provocate dal Covid che “ha rotto gli equilibri, ha stravolto la routine delle famiglie. Per non parlare dei genitori che hanno perso il lavoro”. Martina precisa che per la sua situazione economica non si può lamentare seppur rimarca che nel suo “piccolo è un anno e due mesi” che è ferma. Naturalmente si è bloccata pure la tournée teatrale con cui era impegnata prima della pandemia; tournée che la vedeva al fianco di Corrado Tedeschi per Montagne Russe di Eric Assous.

Il problema più grande riscontrato è quello attinente alla scuola. Martina, come migliaia di altri genitori, rileva “che la scuola davanti allo schermo” non ha aiutato suo figlio. “Ogni scusa – spiega – era buona per spegnere la telecamera. La merenda, una pausa, una sigaretta. I ragazzi di 16 anni hanno esigenze precise e lo studio non è necessariamente tra quelle“.

Il virus – e le relative restrizioni che ha imposto – ha alimentato più discussioni del solito nella famiglia Colombari-Costacurta. Entrambi non hanno una laurea, ha sottolineato la stessa Martina in quanto le loro “carriere si sono sviluppate subito dopo il diploma”. Quindi? “Per lui (Achille, ndr) siamo l’esempio vivente che l’università non sia fondamentale. Dice: a voi non è servita. Ora si è convinto che vorrebbe aprire un ristorante. Ma prima deve fare gavetta da cameriere, trovarsi un socio, lavorare sulla creatività e sul marketing. È difficile spronarlo senza demotivarlo. Soprattutto adesso, che manca la distanza”.

Si torna sul tema psicologo. L’ex Miss Italia riflette sul fatto che già prima del Covid i genitori italiani non erano in grado di distaccarsi dai figli. “E l’isolamento ci ha reso ancora meno lucidi – aggiunge – Noi ci siamo fatti aiutare da una psicologa che si occupa di genitorialità. Lo dico serenamente: chiedere aiuto non è un atto di debolezza, ma di grande amore per i propri figli”.

Il grande insegnamento che finora ha tratto dalla situazione attuale è che i figli hanno sì necessità di essere aiutati, ma al contempo le madre e i padri non possono “mettersi al loro posto. Dobbiamo lasciare che si assumano le loro responsabilità. Anche adesso”.

Da qui il consiglio agli altri genitori “di liberarsi dal senso di colpa. Di accettare anche di aver fatto degli errori in questi mesi, perché è dagli errori che si impara”. Altra esortazione che la Colombari si sente di dare alle mamme e ai papà e di “non sentirsi sbagliati” e di “confrontarsi con altre coppie”.

La showgirl, inoltre, sostiene che nella coppia, chi solitamente si sobbarca di più dei problemi familiari, è la donna. Perché le “donne sono sempre le più sacrificate tra lavoro, lavatrici, spesa e figlio “da collegare” (in riferimento alla Dad, ndr)”.

Non solo lati negativi, però. La Colombari precisa di aver la fortuna di avere al suo fianco un marito che è un bravissimo papà: “Mi appoggio a lui per farmi forza. Se io dico che secondo me abbiamo sbagliato, lui mi corregge: non abbiamo sbagliato, ci abbiamo provato”.

“Ecco, spero che la pandemia – riflette ancora Martina – insegni alle madri l’importanza di delegare ai padri. Prima li emarginiamo, e poi diciamo che non sono presenti: io penso invece che ci aiuterebbe farli entrare di più nella famiglia”.

Quel che ha innescato la pandemia, sotto tutti i punti di vista, secondo la showgirl lascerà profondi cambiamenti. Se ne uscirà “differenti. Più consapevoli. Probabilmente con delle armi in più. Alla fine di tutto questo, avremo superato insieme una prova molto difficile. E sarà il momento di darci, mamme e papà, una bella pacca sulle spalle. Ogni tanto serve”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top