Connect with us

Televisione

L’Aquila Grandi Speranze e l’ironia dei telespettatori: nasce l’hashtag #RecacceteCostanza

L'Aquila Grandi Speranze: nasce l'ironica pagina Costanza e l'hashtag #recaccetecostanzaL’Aquila Grandi Speranze scatena l’ironia dei telespettatori aquilani: nascono la pagina “Costanza” e l’hashtag #RecacceteCostanza

Il 16 aprile 2019 ha debuttato su Raiuno in prima serata L’Aquila Grandi Speranze, fiction che racconta la vita di due famiglie ad un anno e mezzo di distanza dal terribile terremoto che ha ridotto in macerie la bellissima città de L’Aquila. La serie, seguita da più di 2 milioni di spettatori con il 10.4% di share nella seconda puntata (in onda martedì 23 aprile), ha subito un calo rispetto alla prima che era stata seguita invece da ben 3 milioni 180 mila spettatori, con e il 13% di share. Tra le vicende narrate c’è la scomparsa della piccola Costanza, mai ritrovata dopo la notte del sisma. Proprio questo elemento della trama ha scatenato l’ilarità e la perplessità del pubblico aquilano che su diverse bacheche Facebook ha fatto rimbalzare l’ironico hashtag in dialetto abruzzese #RicacceteCostanza. Ma non solo, è nata anche una fanpage con il nome della bambina (appunto Costanza NDR) che prende in giro la nuova serie di casa Rai. Come riportato anche dalla testata giornalistica ilcapoluogo.it sembra che il pubblico, almeno in parte, sia rimasto deluso da L’Aquila Grandi Speranze, in quanto poco attinente alla realtà e troppo romanzata.

#RecacceteCostanza: l’hashtag che fa ironia sulla serie L’Aquila Grandi Speranze

Il fatto che la bambina della fiction sia inspiegabilmente scomparsa durante il terremoto sembra essere incomprensibile nella trama per parte del pubblico aquilano, che così ha dato vita all’hashtag #RecacceteCostanza con irriverenti e divertenti ricostruzioni che ipotizzano dove potrebbe essere andata a finire la bambina della fiction. Durante e inseguito alla seconda puntat il pubblico si è scatenato con post, commenti, meme e foto, tutti atti ad ironizzare sulla “disperata” ricerca della bambina, di cui ancora non si è saputo nulla nei vari episodi trasmessi sino ad ora. Così si leggono post come “L’Isis rivendica il rapimento di Costanza.#recaccetecostanza #costanzisis”; “Stesse con Marlena?” e ancora “Una cosa buona però l’ha fatta sta fiction: sguinzagliare l’ironia degli aquilani! Mi state facendo sfinire dalle risate”. E poi c’è chi è più ottimista, ma anche pungente: “Sono sicuro che una volta presa dimestichezza con il racconto, nelle prossime puntate ci saranno dei ravvedimenti…..forse! Nel frattempo #recaccetecostanza!”(continua dopo il post)

Gepostet von Costanza am Sonntag, 21. April 2019

L’Aquila Grandi Speranze: nasce l’ironica pagina facebook “Costanza”

Insomma, sembra che la storia della misteriosa scomparsa della figlia di Franco e Silvia (interpretati da Giorgio Marchesi e Donatella Finocchiaro) diverta, forse anche un po’ amaramente, i telespettatori aquilani. Ma a dare il via al tutto è stata la pagina, da poco nata su Facebook, Costanza. “È la notte più drammatica della tua giovane vita. Il terremoto del secolo devasta la tua città. Sei salva per miracolo e tra macerie e calcinacci raggiungi con la tua famiglia il centro della Piazza. E qui, mentre tutti si abbracciano piangenti ma sollevati per lo scampato pericolo, tu che fai? Li abbracci anche tu gridando ‘non ci lasceremo mai’? Stringi forte forte la mano della tua mamma e ti addormenti tra le sue braccia? Scoppi in un pianto dirotto e consolatorio sui titoli di coda? Niente di   tutto ciò. Come se niente fosse esci dall’inquadratura e scompari gettando nello sconforto una famiglia, una comunità e tre milioni e mezzo di telespettatori”, si legge sulla fanpage che così spiega i motivi di cotanta ilarità e “sbalordimento”.

E' la notte più drammatica della tua giovane vita. Il terremoto del secolo devasta la tua città.Sei salva per miracolo…

Gepostet von Costanza am Samstag, 20. April 2019

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top