Connect with us
Tavassi Umberto

News

Guendalina Tavassi rivela cosa c’è nei video spinti rubati: “Non ho vergogna”

L’influencer interviene assieme al marito in una lunga diretta Instagram, spiegando il contenuto dei video trafugati dal suo cellulare e dichiarando che ci sarà il pugno di ferro da parte della polizia postale nei confronti di coloro che ne fomenteranno la diffusione

Storia delicata e triste quella di cui è stata vittima nelle scorse ore Guendalina Tavassi. Il cellulare dell’influencer è stato hackerato e il suo iCloud trafugato. L’ex gieffina aveva salvati dei video privati, intimi, “spinti”, che sono poi stati divulgati in chat e su altre piattaforme web. Il fatto è capitato ieri sera, oggi Guendalina ha fatto il punto della situazione, in lacrime, tramite una lunga diretta su Instagram. Una diretta a cui hanno preso parte anche il marito Umberto, evidentemente provato dalla vicenda, e il legale della coppia, Leonardo.

La Tavassi è apparsa molto toccata e sconfortata. Dall’altro lato ha messo in guardia coloro che stanno diffondendo i video, ricordando che ci sono dure pene per coloro che fomentano la diffusione di materiale privato di quel genere. L’avvocato Leonardo ha spiegato i dettagli della legge e delle sanzioni previste per chi si macchia dei reati relativi alla vicenda della sua assistita:

“La cosa migliore da fare con i video è manco aprirli e cancellarli subito, seppur mi rendo conto della curiosità. Importante però è che non rimanga traccia del contenuto sui cellulari”.

Inoltre il legale ha aggiunto che la polizia postale sta agendo per cercare di oscurare i filmati in questione. Dopodiché ha ripreso parola Guendalina spiegando che il marito in questo momento è distrutto emotivamente: “Lui si è cancellato da Instagram perché non è un influencer” e quindi è ancor più frastornato dal polverone mediatico. “Da due giorni è chiuso in camera e non riesce nemmeno a parlare”, ha aggiunto. Dopodiché Umberto stesso si è fatto forza ed è intervenuto per dire la sua.

“Mai ho provato una sensazione simile, perché siamo stati violati nella nostra vita privata”, le parole dell’uomo, che si è pronunciato singhiozzando, spiegando che la sua più grande paura è il bene della sua famiglia che è stata colpita nell‘intimità più profonda. E ancora:

“Io non ho vergogna di mia moglie, qualunque coppia lo fa. Da dieci anni per fortuna stiamo assieme e siamo felici, sia sessualmente sia sotto tutti i punti di vista; è come se io avessi subito un lutto”.

Umberto ha inoltre ricordato che per simili situazioni delle persone si non tolte la vita. “Noi per fortuna ne usciremo perché siamo forti”, ha dichiarato l’uomo che non ha mancato di ringraziare tutti quelli che in queste ore hanno mostrato rispetto e vicinanza a lui e alla sua famiglia. Dopodiché ha nuovamente ripreso parola sua moglie.

Guendalina ha quindi raccontato:

“A me sinceramente non me ne frega se pensano che mi ero messa un vibratore o stavo a fare un video con mio marito. L’unico problema è mio marito e i miei figli. Fine. Una cosa normale, sarebbe non normale il contrario… due persone che ancora si amano hanno anche questo e fanno anche questo. Soprattutto quando lui andava a Napoli, la distanza e tante cose…”

La Tavassi ha inoltre detto che ci sono altre foto e altri video su di lei in circolo, ricordando una volta di più che chiunque sarà pescato a diffonderli sarà duramente punito a livello legale. Ha poi fatto menzione a Belen Rodriguez e Diletta Leotta, in passato coinvolte in situazioni simili. Anche “loro sono state fatte nere”, ma sono riuscite a risollevarsi.

Guendalina ha infine rimarcato che non si “vergogna di nulla” e che per questo, nonostante la batosta, non si allontanerà dai social. Decisione più che ragionevole, perché sarebbe come darla vinta agli odiatori e a coloro che stanno facendo circolare i filmati. “A noi non ce ne frega un emerito vibratore”, ha chiosato l’influencer

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top