Connect with us
silvia provvedi condanna compagno

News

Fidanzato Silvia Provvedi, pesante condanna: 12 anni di carcere, la reazione della cantante

Il compagno di Silvia Provvedi condannato, ma con pena ridotta rispetto a quanto chiesto dalla procura: ecco quanto dovrà scontare

Giunto al temine, a Reggio Calabria, il processo con rito abbreviano denominato “Epicentro“. E c’è stata una pioggia di condanne. Il Gup Francesco Campagna ha inflitto 53 condanne a capi e gregari delle ‘ndrine di Reggio Città. Le pene inflitte vanno da 2 a 23 anni di carcere. Tra le persone giudicate c’è anche Giorgio De Stefano, fidanzato di Silvia Provvedi del duo ‘Le Donatella’. Con la cantante ha avuto una figlia, Nicole, il 18 giugno 2020.

Giorgio De Stefano è stato difeso dall’avvocato Antonio Bucci del foro di Napoli e dal legale Luca Cianferoni del foro di Roma. Come ha spiegato The Pipol, l’imputato si è presentato innanzi alla corte da incensurato. Nel corso del processo con rito abbreviato le contestazioni emerse sono state articolate. In tutte le fasi del procedimento la difesa ha sostenuto una tesi di segno contrario alle contestazioni mosse, ribadendo con forza l’estraneità all’associazione Ndrangheta di tipo storico.

Per l’uomo erano stati chiesti 20 anni di reclusione. La sentenza ha ridimensionato le richieste della Procura. Alla fine il giudice monocratico ha erogato pena ridotta, 12 anni e 8 mesi, derubricando il reato ed escludendo le aggravanti tra cui quella di capo promotore. Sempre come rivela The Pipol, la difesa farà appello all’esito delle motivazioni (che arriveranno tra 90 giorni), dichiarandosi altresì vicina alla compagna di Giorgio De Stefano, Silvia Provvedi, e assicurando la tutela della sua immagine.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pipol Cronaca (@thepipol_cronaca)

Silvia Provvedi, la reazione alla sentenza di condanna del compagno Giorgio De Stefano

Silvia Provvedi, da quando il compagno è finito al centro dell’inchiesta, non ha mai rilasciato dichiarazioni sulla vicenda. Nel momento in cui è arrivata la sentenza (12 anni e 8 mesi sono meno di 20 anni, ma resta comunque una condanna non da poco), la cantante si trovava in Sicilia assieme alla gemella Giulia. Le due sono state protagoniste di un evento all’Ex Pirelli (Messina). “Buona notte dall’amore della mamma e del papà. A domani puzzola”, ha scritto in una Story Instagram Silvia, apparendo assieme alla piccola Nicole. La menzione al padre testimonia come la musicista continui a essere vicina al compagno.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top