Connect with us
Eleonora Daniele, le parole per il fratello a Storie Italiane

News

Eleonora Daniele e il dolore per il fratello, il ricordo a Storie Italiane

Eleonora Daniele, le parole per il fratello a Storie Italiane

Eleonora Daniele ricorda il fratello, morto prematuramente qualche tempo fa. Insieme a lei, Fabrizio Bracconeri

La conduttrice di Storie Italiane, Eleonora Daniele, ricorda il fratello scomparso prematuramente tempo fa. Il ragazzo, che soffriva di autismo, è morto lasciando un profondo dolore nel cuore della conduttrice. Questo episodio tragico della sua vita l’ha cambiata profondamente, come aveva raccontato ultimamente da Mara Venier a Domenica In. La Daniele, in quella occasione, aveva anche letto una lettere indirizzata al fratello, senza però fermare le lacrime. Commozione che ha raggiunto anche la padrona di casa. Ora, dopo la scomparsa del fratello, Eleonora si dedica all’autismo e lotta con tutte le sue forze per rendere più efficaci le cure per questo disturbo. Proprio in linea con i suoi desideri, ha ospitato Fabrizio Bracconeri nella puntata di venerdì 5 aprile. L’attore romano lotta da anni per il figlio 18 enne e racconta in tv da anni la grave forma di autismo del giovane. Già al Maurizio Costanzo Show ne aveva spiegato le caratteristiche più forti.

Eleonora Daniele e Fabrizio Bracconeri insieme per l’autismo

Il disturbo dello spettro autistico è davvero difficile da vivere, sia per i bambini e ragazzi che ne soffrono sia i genitori che stanno loro vicino. Un racconto davvero forte quello dell’attore. La Daniele gli è stata vicina, ricordando che gli stessi problemi che lui sta affrontando con il figlio, lei li ricorda bene perché vissuti accanto al fratello, morto tempo fa. “Ricordo molto bene. Anche a mio fratello succedeva“, ha raccontato su Rai 1.

Fabrizio Bracconeri: il figlio autistico e il racconto al Maurizio Costanzo Show

L’attore Fabrizio Bracconeri ha spiegato al MCS quanto sia difficile per le famiglie avere un figlio autistico, soprattutto perché non ricevono i giusti aiuti: “Io vi prego di pensare a una famiglia come la mia. Io però sono fortunato. Posso uscire una sera, posso avere una persona a 35 euro l’ora e posso andare a mangiare una pizza. Purtroppo si pensa poco alle famiglie disastrate per colpa di questa malattia. Le famiglie non hanno una vita. Non posso prendere un aereo, non posso fare un viaggio in macchina e perfino fare la spesa diventa un problema“.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top