Connect with us
denise pipitone Scalea

News

Denise Pipitone, nuova intercettazione di Anna Corona: “Siamo stati io e Giuseppe quella volta”

Una frase detta dalla madre di Jessica Pulizzi è stata ascoltata dai carabinieri lo scorso 25 maggio durante le indagini riaperte a Marsala

Novità sul caso Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004. La Repubblica ha riportato un’intercettazione rilevata dai carabinieri di Trapani lo scorso 25 maggio nell’ambito delle indagini, riaperte in primavera dalla Procura di Marsala sul sequestro della bambina.

La frase è pronunciata da Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi sorellastra di Denise. “Lo vuoi sapere cu fu tanno? Io cu Giuseppe. (Vuoi sapere chi è stato quella volta? Io e Giuseppe)”, ha dichiarato la donna alla figlia più piccola Alice. Parole pronunciate abbassando la voce. Per le parti civili è possibile che si riferisse al sequestro della bimba.

Ultime news sul caso Denise Pipitone

Il Giuseppe di cui parla Anna Corona non è stato identificato. Su questa intercettazione, ma anche su altre, punta l’opposizione delle parti civili (Piera Maggio e Piero Pulizzi, genitori di Denise, rispettivamente rappresentati dagli avvocati Giacomo Frazzitta e Piero Marino) alla richiesta di archiviazione dell’inchiesta avanzata dalla Procura di Marsala.

L’opposizione alla richiesta di archiviazione, su cui il gip di Marsala sarà chiamato a decidere il prossimo 23 novembre, è stata formulata soltanto per Anna Corona. Quest’ultima, per altro, racconta una testimone, avrebbe anche dichiarato: “A picciriddra morse” (“la bambina è morta”). In più avrebbe aggiunto: “A Piera le si deve bruciare il cuore”.

Sulla base di questi ed altri elementi, le parti civili chiedono dunque la prosecuzione delle indagini preliminari sulla scomparsa di Denise.

Le ultime parole di Piera Maggio

In un’intervista rilasciata all’Adnkronos Piera Maggio si è opposta con fermezza all’archiviazione delle indagini, ribadendo che la figlia Denise Pipitone deve essere cercata ancora. A detta della Maggio la scomparsa della figlia non è un caso chiuso, non va assolutamente archiviato almeno fino a quando non emergano elementi che facciano ritenere il contrario.

“Vanno individuati i responsabili della sua scomparsa, altrimenti sarebbe un vero fallimento per la giustizia italiana”, ha sottolineato la Maggio, che nei giorni scorsi ha condiviso anche una foto di come sarebbe Denise oggi, all’età di venti anni. Piera è determinata più che mai a ritrovare la sua bambina e a fare luce sulla sua scomparsa.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...

Per info email: [email protected] instagram: cheloidea21

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top