Connect with us
denise pipitone Scalea

News

Denise Pipitone, controlli su 21enne di Scalea: accertamenti in corso

Una giovane donna della cittadina calabrese sta collaborando con le forze dell’ordine per capire se il suo caso combacia con quello di Denise

Potrebbe essere a una svolta il caso di Denise Pipitone, scomparsa nel settembre 2004 a Mazara del Vallo e mai più ritrovata. I carabinieri di Scalea, in provincia di Cosenza, come rende noto la Repubblica, stanno eseguendo dei controlli su una giovane di 21 anni (l’età che oggi avrebbe Denise), di origini romene, che dimora nella cittadina calabrese. Gli agenti si sono mossi dopo aver ricevuto una segnalazione da parte di un cittadino che ha sostenuto che la 21enne di Scalea sarebbe la figlia di Piera Maggio.

Secondo quanto si apprende, chi ha proceduto a fare la segnalazione ha fatto riferimento a diversi frangenti che potrebbero fare credere che la storia della 21enne di Scalea e il caso Pipitone combacerebbero. Per questo i carabinieri stanno effettuando tutti i controlli necessari. Obbiettivo far luce sulla questione e capire se davvero la donna indicata dalla segnalazione sia la persona scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo.

La ragazza ‘segnalata’ non ha posto alcuno stop alle ricerche sul caso. Anzi, come informa sempre La Repubblica, ha fornito i nomi dei genitori e altri dati utili a ricostruire il suo passato. Di tutto l’operato è stata messa al corrente la Procura della Repubblica di Marsala che dovrà decidere se procedere o meno a eseguire la comparazione del dna.

Denise Pipitone, il caso ri-scoperchiato dopo anni

In questi giorni, dopo che una cittadina russa, partecipando a un gioco televisivo in patria, sembrava potesse avere una storia simile a quella di Denise e quindi essere lei (la pista si è poi rivelata infondata), il caso Pipitone è tornato a essere trattatissimo dalla cronaca. Giornali e tv hanno parlato della vicenda a più non posso. Anche gli inquirenti, cosa più importante, sono tornati ad interessarsi della scomparsa avvenuta a Mazara del Vallo quasi vent’anni fa.

Sempre nei giorni scorsi, tra l’altro, è stato condotto un altro sopralluogo nella dimora in cui ha vissuto per diverso tempo Anna Corona. Nel frattempo Piera Maggio continua a credere di poter riabbracciare la figlia, non avendo mai perso la speranza di poterla rivedere.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top