Connect with us

News

Demi Lovato: il bodyguard le ha salvato la vita. In rehab dopo il ricovero

demi lovato overdose smentitaDemi Lovato è viva grazie al suo bodyguard che l’ha soccorsa prima dell’ambulanza

Mentre le condizioni di salute di Demi Lovato migliorano giorno dopo giorno, sulla vicenda emergono nuovi dettagli. Ricordiamo che la cantante è stata ritrovata nella sua abitazione priva di sensi e la causa del suo malore potrebbe essere dovuta ad overdose. Da quanto riportato su TMZ, Demi Lovato sarebbe stata salvata grazie all’intervento del suo assistente, il primo a trovare la cantante in quelle condizioni. Temendo il peggio, l’assistente della Lovato ha iniziato ad urlare richiamando l’attenzione del suo bodyguard che ha soccorso l’ex stellina della Disney prima dell’arrivo del personale medico con l’ambulanza.

Demi Lovato pronta ad entrare in rehab dopo le dimissioni dall’ospedale

Demi Lovato sta finalmente meglio e sarebbe intenzionata ad entrare in rehab subito dopo la sua uscita dall’ospedale dove è ricoverata. La cantante sarà probabilmente dimessa questa domenica. Dopo le dimissioni dall’ospedale Demi Lovato andrà in un centro di riabilitazione. L’ex stellina Disney sembra aver preso dunque una decisione definitiva tanto che il centro scelto sarebbe già stato avvisato dell’arrivo di Demi Lovato. Da quanto riportato su HollywoodLife pare anche che la cantante abbia chiesto scusa ai suoi genitori e alla sua famiglia e chiederà aiuto se dovesse trovarsi ancora in una situazione del genere.

Demi Lovato: come sta adesso?

Dopo le complicazioni avute qualche giorno fa con febbre alta e vomito, Demi Lovato sembra stare decisamente meglio e sta recuperando. Presto sarà fuori dall’ospedale e probabilmente entrerà in un centro riabilitativo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top