Connect with us

Musica

Con il cuore nel nome di Francesco, Fabrizio Moro: “La fede mi ha salvato spesso”

Con il cuore nel nome di Francesco, Fabrizio Moro canta e parla di FedeFabrizio Moro a Con il cuore nel nome di Francesco canta “Ho bisogno di credere” e parla di fede

Dalla Piazza Inferiore della Basilica di San Francesco ad Assisi, Carlo Conti in diretta su Rai1 conduce la serata di beneficenza e solidarietà dei frati del Sacro Convento di Assisi. Intitolata Con il cuore nel nome di Francesco, la manifestazione da 17 anni aiuta malati e persone in difficoltà. In questa 17esima edizione, tanti i cantanti italiani che sono saliti sul palco. Tra questi anche Fabrizio Moro, che è riuscito ad emozionare la platea cantando un’appassionata e sentita versione di Portami Via, brano presentato al Festival di Sanremo nel 2017. L’amato cantautore romano, ha cantato anche l’ultimo singolo, Ho bisogno di credere, che in questa serata ha assunto anche un significato particolare. Moro ha voluto spiegare quanto è importante per lui la fede, una fede interpretata a livello più generale nei confronti della vita.

Fabrizio Moro ospite a Con il cuore nel nome di Francesco: “La fede mi ha salvato spesso”

Dopo aver cantato due delle sue canzoni più amate e raccolto i complimenti del conduttore, Fabrizio Moro (tornato single non da molto) ha spiegato il significato del suo ultimo singolo: “Ogni volta che si parla di fede nella vita si rivolge subito un pensiero a Dio, ovviamente”, racconta. Ad ogni modo in Ho bisogno di credere ha cercato di raccontare come lui interpreta la fede: “Ho cercato di raccontare a mio modo la visione della fede, la fede che ho nella vita. Perché sono sempre stato, fortunatamente non so perché, una persona che si sveglia, mette i piedi a terra ed è sempre convinta che può essere un giorno migliore”, continua. E poi confessa: “Sono un ottimista di natura e la fede mi ha salvato spesso nella vita”.

Carlo Conti, le belle parole per Fabrizio Moro in diretta su Raiuno

Fabrizio Moro in diretta su Rai1 ha raccolto anche i complimenti di Carlo Conti, che ha speso per lui delle bellissime parole. Il cerimoniere di Con il cuore nel nome di Francesco, ha detto che quando ha ricevuto per Sanremo 2017 (di cui era conduttore) Portami Via, ha capito subito che era una canzone speciale. Conti ha poi definito Ho bisogno di credere “un grande successo” e, come da tradizione, ha regalato al cantante il foulard della solidarietà, realizzato dal maestro Claudio Cutuli e raffigurante l’affresco giottesco della Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi “L’incontro con il Sultano d’Egitto”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Musica

Post Popolari

Scelti per voi

To Top