Connect with us
2-puntata-17-settembre-2012-riassunto-Squadra-Antimafia-Palermo-Oggi-4

Televisione

Squadra Antimafia – Palermo Oggi 4: riassunto 2° puntata del 17 settembre 2012

2 puntata 17 settembre 2012 riassunto Squadra Antimafia Palermo Oggi 4Il riassunto della 2° puntata di ieri sera, 17 settembre 2012, della fiction “Squadra Antimafia – Palermo Oggi 4“, inizia con Rosy Abate (Giulia Michelini), prigioniera dei fratelli Mezzanotte, nello specifico Dante (Andrea Sartoretti) e Armando (Massimo De Santis), per poi proseguire con il ricovero in ospedale, del vicequestore Claudia Mares (Simona Cavallari), che ha rischiato di perdere il suo bambino durante un’importante azione. In seguito, Dante chiede alla “Madrina di Palermo“, la parte della lista mancante, ma Rosy sembra non saperne niente. Come se non bastasse, dopo il delicato intervento chirurgico subìto per salvare il figlio Leonardo, malato di leucemia, la giovane donna contrae una brutta infezione. L’uomo allora, si prodiga per farle avere immediatamente le cure mediche necessarie, sperando che si rimetta in fretta e che le ritorni la voglia di parlare. Intanto, la squadra della Mares pedina i Mezzanotte, ben sapendo che sono responsabili sia della morte di Turiello, sia del rapimento dell’Abate, mentre un certo Cosimo Saluzzo, ex detenuto, si allea con i fratelli Dante e Armando, per bloccare con un abile stratagemma la polizia. Infatti, grazie al suo intervento, messo in atto durante un appostamento di Sandro Pietrangeli (Giordano De Plano) e Francesca Leoni (Greta Scarano), i Mezzanotte si dileguano indisturbati, facendo perdere le loro tracce. Successivamente, la scena si sposta nell’ospedale psichiatrico dove è rinchiuso Filippo De Silva (Paolo Pierobon). Costui riceve nuovamente la visita di Domenico Calcaterra (Marco Bocci), desideroso di venire a conoscenza, del contenuto della parte mancante della “Lista Greco“.

Subito dopo, Pietrangeli lo avverte di essersi lasciato sfuggire i Mezzanotte, e il suo superiore è alquanto risentito della notizia appena ricevuta. Più tardi, Dante s’incontra con altri mafiosi, per proporre loro uno straordinario progetto. Attraverso un’azienda chiamata “Green Light“, dedita all’impiego di energia pulita, l’uomo vuole accaparrarsi il controllo degli impianti eolici, utilizzando un considerevole investimento di capitale. In questo particolare business, i fratelli devono rendere inoffensivo un certo Umberto Nobile (Tommaso Ramenghi), loro concorrente e proprietario della ditta a zero impatto ambientale denominata “Puro Sole“. Per fare ciò, compiono un attentato ai suoi danni, ma il giovane non si spaventa. Nel frattempo, Rosy tenta di corrompere il suo carceriere, Giovanni Mozzo, per poter scappare, ma il piano non produce l’effetto agognato. I Mezzanotte sono costantemente sorvegliati dalle forze dell’ordine, mentre Pietrangeli e Calcaterra seguono un tale di nome Castellano, accusato di favoreggiamento e collusione con la mafia, e ricattato dai fratelli Dante e Armando, in occasione del prelievo di Rosy Abate, dall’ospedale dov’era ricoverata. In seguito, si viene a sapere che i Mezzanotte hanno comprato la Green Light per pochi soldi, avendola fatta fallire prima, per poi insediarsi stabilmente in essa e arricchirsi. Alcuni istanti dopo invece, durante un’intervista televisiva, Nobile sfida la mafia, asserendo che senza suv e mitra non costituisce alcuna minaccia, è considerata meno di niente, non rendendosi conto però, di aver appena firmato la sua condanna a morte.

Non contento di tutto questo, l’uomo decide di indire un’ulteriore conferenza stampa, per rivelare nomi e cognomi di chi vuole ostacolarlo, nella promozione delle fonti rinnovabili. Più tardi, Dante vuole mettersi in società con Rosy, sempre se lei gli darà quello che vuole, mentre Nobile è in serio pericolo di vita. Fortunatamente per lui, grazie alla provvidenziale protezione di Leoni e Calcaterra, riesce a scampare alla morte. I Mezzanotte sono furiosi, il piano per eliminare il loro concorrente non è riuscito, mentre Rosy anela a fuggire e farlo non è facile. Poi però convince Armando ad accompagnarla in un posto, un supermercato, per consegnargli il cd contenente il pezzo mancante della “Lista Greco“, riuscendo a liberarsi dal suo giogo. L’uomo finisce così per essere ferito ad una gamba e arrestato.

La 2° puntata termina con la Abate, che all’interno di un’auto rubata, telefona a Claudia. La ragazza prega il vicequestore Mares, di proteggere il figlio Leonardo, dal momento che i Mezzanotte hanno intenzione di assassinarlo. Infine, Rosy le confessa che andrà molto lontano, perché lei non è più sicura da nessuna parte, nemmeno in carcere. Non resta che rinnovare l’appuntamento con la fiction “Squadra Antimafia – Palermo Oggi 4” alla prossima settimana, 24 settembre 2012, ore 21.10, Canale 5, per la imperdibile puntata.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top