Connect with us
scarlett johansson in black widow

Disney

Scarlett Johansson fa causa alla Disney: il contratto sarebbe stato violato

La star della Marvel decide di agire contro il colosso dell’intrattenimento dopo l’uscita di Black Widow nei cinema e su Disney+

La notizia sta sconvolgendo negli Usa: Scarlett Johansson ha fatto causa alla Disney per l’uscita del film Black Window, dove interpreta la protagonista Natasha Romanoff. Il primo a riportare quanto appena accaduto è stato il Wall Street Journal. La star della Marvel ha trovato dei punti che non combacerebbero con gli accordi, i quali garantivano un’uscita cinematografica esclusiva per il suo film.

Proprio oggi, la nota attrice ha deciso di portare in tribunale The Walt Disney Co., convinta che abbiano violato il suo contratto rilasciando il film Marvel Black Widow su Disney+ nello stesso momento in cui è uscito al cinema. Questo sarebbe il motivo per cui Scarlett ha deciso di agire contro la Disney. La causa per violazione del contratto sarebbe stata depositata presso la Corte Superiore di Los Angeles.

Lo stipendio della Johansson, secondo il contratto, si baserebbe sui risultati ottenuti con le sale cinematografiche. Lanciando la pellicola anche su Disney+, pare che il colosso dei media avesse intenzione di aumentare gli abbonati e aumentare il prezzo delle azioni. Ne farebbe, però, le spese l’attrice, il cui compenso è basato sugli incassi al botteghino. L’avvocato della star ha rilasciato una dichiarazione:

“Non è un segreto che la Disney stia rilasciando film come Black Widow direttamente su Disney+ per aumentare gli abbonati e quindi aumentare il prezzo delle azioni della società – e che si nasconda dietro il Covid-19 come pretesto per farlo”

Il legale entra poi nel dettaglio:

“Ma ignorare i contratti degli artisti responsabili del successo dei suoi film a favore di questa strategia miope viola i loro diritti e non vediamo l’ora di dimostrarlo in tribunale”

Una resa dei conti insolitamente pubblica tra Scarlett Johansson e il colosso dell’intrattenimento. Secondo quanto si legge su Washington Post, l’attrice starebbe cercando una somma (non divulgata) a titolo di risarcimento “per presunte mancate entrate dovute alla disponibilità del film sulla piattaforma Premier di Disney Plus”.

Non è arrivato ancora alcun commento da parte della Disney. Un contratto è un contratto, dunque Scarlett potrebbe avere la meglio in tribunale. Mettere il film sulla piattaforma di streaming ha sicuramente allontanato milioni di fan dalle sale cinematografiche. E l’attrice, a questo punto, crede che non guadagnerà quanto avrebbe potuto.

In molti si sono già schierati dalla parte di Scarlett, convinti che la grande azienda infranga i contratti e tenti di trarne vantaggio. L’attrice dimostra di essere pronta ad affrontarla. Ma, ovviamente, non mancano le critiche verso l’attrice.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Disney

Post Popolari

Scelti per voi

To Top