Connect with us

News

Monica Leofreddi: “Ho avuto un tumore della pelle, mi è passata tutta la vita davanti”

monica leofreddi parla a porta a porta del tumore della pelleMonica Leofreddi ha avuto un cancro ma per fortuna il suo è un esempio di “buona e felice prevenzione”, come ha sottolineato Bruno Vespa nella puntata di Porta a porta di mercoledì 21 febbraio su Rai1 in cui era ospite la conduttrice.

Monica Leofreddi: “Non volevo fare la mappatura dei nei perché stavo allattando…”

Nel 2012 suo marito insisteva per fare la mappatura dei nei, Monica aveva partorito da due mesi e, quando era incinta, si era riempita di nei (che spesso scompaiono dopo la gravidanza). Lei gli rispose: “Aspettiamo un attimo, magari la facciamo insieme tra qualche mese…”.

Lo accompagnò dalla dottoressa e la presentatrice le disse: “Magari torno tra qualche tempo quando finisco di allattare…”. Il medico, però, volle visitarla quel giorno stesso. “Da quest’occhiata ha visto un neo microscopico all’addome e mi ha chiesto ‘da quanto ce l’ha?’. Io ho risposto: ‘Non ne ho idea’, è anche uno dei più piccoli che avevo…. E lei: ‘Domani deve essere subito operata’. Io: ‘Impossibile, sto allattando, non ci penso proprio’. E lei: ‘No, non è una cosa che può scegliere… e comunque le faccio firmare un foglio che, se non va a toglierlo domani o rapidamente, è sua responsabilità”.

La conduttrice l’indomani se lo tolse senza indugi ma anche “senza capire la drammaticità”: “Io dei melanomi avrò parlato nei miei programmi non so quante volte ma non immaginando che questi tumori della pelle fossero quelli con il maggior indice di mortalità, specialmente con il trascorrere dell’età, tra i 40 e i 50 anni è tra le prime cause di morte”.

Monica Leofreddi: “I medici mi dissero di operarmi subito”

In anestesia locale le misero 14 punti, dopo 15 giorni ritiròl’esame istologico: “Pensavo di sbrigarmi in 15 minuti ma non me lo portavano mai… Sono arrivati tre medici in un salottino e mi hanno detto ‘Non è in pericolo di vita, però si deve rioperare subito domani, valutiamo se poi fare la chemio ma il suo è un tumore maligno e va subito rioperata per allargare i margini'”.

Lei, “come un automa”, andò poi a prendere in auto il figlio dall’asilo nido e le passò “tutta la vita davanti”. Da quel momento pianse”per 5 giorni consecutivi”, si sottopose all’intervento e, “ringraziando il cielo”, non ha dovuto fare poi la chemioterapia.

Ha dovuto asportare altri due nei in seguito e da 6 anni fa controlli periodici e esami di routine per scongiurare la presenza di metastasi: “Anche quello è un momento molto duro”. Ma per fortuna il peggio sembra essere alle spalle.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...

Fabio Traversa nasce a Bari l’11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell’ultim’ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all’occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it e Soundsblog.it. Da gennaio 2018 è autore su Altrospettacolo.it e Gossipetv.com.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top