Connect with us
milly nello studio di ballando con le stelle

News

Milly Carlucci prende le distanze dalla tv “fatta di urla e choc”: le sue parole

La conduttrice ha elogiato il suo Ballando con le Stelle, come anche Tale e Quale, puntando il dito contro la “tv della gente comune”

Milly Carlucci si sta preparando alla finale di Ballando con le Stelle 2021, ma intanto ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato della televisione italiana oggi. Sabato si scoprirà chi sarà il vincitore della nuova edizione di Ballando, uno dei punti di forza di Rai Uno per il sabato sera e grande orgoglio di Milly. Inoltre a febbraio 2022 tornerà in onda anche con Il Cantante Mascherato, che partirà subito dopo il Festival di Sanremo con sei appuntamenti in prima serata.

BubinoBlog ha riportato un’intervista della Carlucci che si è espressa sulla cosiddetta “tv spazzatura”. Oggi si parla più che altro di tv trash, per sottolineare una parte più esilarante, e anche divertente perché a tratti assurda, della tv. Ma è una tv che a Milly non piace, a detta sua. La conduttrice ha detto la sua parlando di un’irruzione da parte di gente comune nella televisione di oggi, persone che raccontano loro stesse ma ambiscono alla fama. Nonostante non abbiano talenti particolari, per questo sarebbero colpevoli della tv di oggi: “Vogliono diventare dei personaggi. Questo ha un po’ inquinato il mondo televisivo perché si mette in secondo piano il concetto di professionalità”.

In questo mare di trash Milly Carlucci ha elogiato il suo Ballando con le Stelle come anche Tale e Quale Show. Dal suo punto di vista, infatti, sarebbero programmi lontani dagli altri perché fatti con persone che hanno la loro professione e si mettono in gioco nel ballo o nell’imitazione, in questi casi. La tv è di sicuro cambiata, perché è cambiato il pubblico. A tal proposito Milly ha detto:

“L’idea della tv della gente comune ci ha portato un po’ fuori strada. Si pensa che basti buttare qualcuno davanti alla telecamera e qualcosa succederà. Non è vero perché negli anni ci siamo accorti che buttando a casaccio delle persone, poi sei costretto per avere qualcosa a fare delle cose trucide. Il famoso choc che devi creare visto che non c’è sostanza. Invece vale la pena lavorare di più sui contenuti e prepararli bene. C’è un grandissimo spazio ancora da esplorare in una televisione che non sia fatta solo di urla e choc”

Urla che però da qualche edizione non mancano anche a Ballando con le Stelle, come evidenziato da alcuni commenti sui social a questa intervista. Forse anche Milly si è dovuta adeguare, suo malgrado viste le sue dichiarazioni, a una certa richiesta del pubblico. Uno dei punti di forza del programma, oltre al ballo, sono proprio la giuria e tutti gli opinionisti intorno a loro, come per esempio Rossella Erra e quest’anno Alessandra Mussolini. Milly Carlucci ha puntato il dito contro la tv estera importata in Italia:

“Da quindici anni ormai si segue quello che succede nel mondo anglosassone. Nel mondo americano la televisione spazzatura è stata una deflagrazione che risale a venti anni prima che arrivasse a casa nostra. Prima si era spiazzati, poi si è pensato: ‘Perché non provarci?’. Questo genere di televisione costa molto di meno. Questo è il punto”

Quindi ha fatto una distinzione tra tv “della gente comune” e un altro genere di tv:

“Se per esempio devi fare Sanremo, sei costretto a metterti alla caccia dei nomi veri per creare attenzione ed emozione. Non puoi riempire di personaggi folcloristici messi lì a casaccio come nella tv della gente comune. La televisione della gente comune spesso è fatta con personaggi che vogliono solo apparire e sono disposti a tutto, anche a qualcosa che non sia reale ma manipolato pur di fare choc”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top