Connect with us

News

Marina Ripa di Meana e la sedazione profonda, l’amica spiega le differenze rispetto al suicidio assistito

Eutanasia, suicidio assistito, sedazione profonda. C’è una profonda differenza tra questi tre termini. A spiegarla, parlando della morte di Marina Ripa di Meana, è l’amica Maria Antonietta Farina, vedova di Luca Coscioni.

Marina Ripa di Meana come è morta, la spiegazione dell’amica

Maria Antonietta Farina Coscioni, intervistata da Repubblica, racconta come ha aiutato e seguito Marina Ripa di Meana nella sua ultima decisione di ricorrere alla sedazione palliativa profonda.

“Mi ha chiamata quando ha cominciato a sentire l’angoscia del momento della fine – dichiara – Mi ha chiamata il 27 dicembre, mi ha detto: ‘È arrivato il momento, vieni subito, fai in fretta, ho bisogno di parlarti’. L’ho trovata molto sofferente, mi ha manifestato l’idea di andare in Svizzera per il suicidio assistito”.

Ma poi è andata diversamente: “Come spiega lei stessa nel suo videomessaggio, come molti altri in Italia non sapeva della possibilità della sedazione palliativa profonda. Quando le ho spiegato che cosa era e che avrebbe potuto farla a casa le si sono illuminati gli occhi, si è sentita sollevata, ha sentito di avere davvero libertà di scelta. Ha avuto un primo incontro amichevole con la dottoressa Luigia Clarici, palliativista, che le ha illustrato nel dettaglio il percorso della sedazione. Marina ha subito deciso che si sarebbe dovuto far sapere che esiste questa possibilità”.

Marina Ripa di Meana e la sedazione profonda, le differenze con il suicidio assistito

La differenza con l’eutanasia? “C’è una discriminante precisa: non si somministra un farmaco che porta alla morte in un tempo ben preciso, che nel suicidio assistito può essere cronometrato. Il tempo di sedazione profonda, invece, dipende dalle condizioni del malato, che passa le sue ultime ore in un sonno profondo”.

In quest’ultima fase Marina ha avuto al fianco i suoi cari vicini, la figlia Lucrezia Lante della Rovere e il figlio adottivo Andrea Cardella.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...

Fabio Traversa nasce a Bari l’11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell’ultim’ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all’occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it e Soundsblog.it. Da gennaio 2018 è autore su Altrospettacolo.it e Gossipetv.com.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top