Connect with us

Televisione

L’onore e il rispetto – Parte Terza, anticipazioni 12 settembre: tra Tonio e Carmela scoppia di nuovo l’amore

l'onore e il rispetto parte terza anticipazioni seconda puntataL’ONORE E IL RISPETTO PARTE TERZA – Dopo tanta attesa, la fiction L’onore e il Rispetto è tornata sugli schermi di canale 5 con la terza serie. Ancora grande protagonista è Gabriel Garko nei panni di Tonio Fortebracci, l’enigmatico personaggio rimasto vivo dopo l’attentato avuto da Forunato Veneziano, assassino di suo fratello Santi e di suo figlio Nicolas. Sempre più lacerato da un senso di vendetta, Tonio si ritroverà contro Carmela di Venanzio, interpretata da Laura Torrisi, che da ragazza dolce, innamorata e vittima di un fratello che la violentava, diventerà una passionale dark lady, crudele e spietata. Ritroviamo anche Alessandra Martines, nel ruolo del giudice Francesca De Santis. Tra le new entry abbiamo Giuliana De Sio, che interpreta Concetta de Nicola, detta “tripolina”, una donna mafiosa che vive di espedienti e strategie meschine. A chiudere il cerchio dei nuovi ingressi, ci sarà, Ray Lovelock, nel ruolo di un nobile sicialiano a capo di un clan mafioso e infine Francesco Testi nei panni del commissario Renè Rolla.

L’ONORE E IL RISPETTO PRIMA PUNTATA – La prima puntata de L’Onore e il rispetto – parte terza ha già regalato emozioni, suspence e vendetta. Prima di scoprire cosa accadrà nell’attesissima seconda puntata che andrà in onda questa sera, sempre su canale 5 alle ore 21.10, riassumiamo i fatti della prima puntata. La seconda parte della fiction si era conclusa con la sparatoria tra Fortunato Di Venanzio (Gabriele Rossi) e Tonio Fortebracci (Gabriel Garko) durante la quale a rimetterci era stato proprio Fortebracci. Nella prima puntata, Tonio è in coma: la giudice Francesca De Santis gli svela che dietro l’omicidio di suo fratello, Santi Fortebracci, e di suo figlio Nicolas, oltre a Di Venanzio e agli altri mafiosi esiste un uomo ancora più potente: U Burattinaiu (Toni Bertorelli). Tonio Fortebracci si sveglia dal coma e decide di andare da Antonia, sua figlia, Melina (Cosima Coppola) e Salvatore, il figlio di Santi. Intanto Mancuso (Mario Cordova), Fortunato Di Venanzio e gli altri mafiosi vogliono uccidere Tonio prima che faccia i loro nomi ai magistrati, così chiedono di compiere il delitto a Tripolina (Giuliana De Sio). La donna è una prostituta che ha cresciuto i figli maschi addestrandoli a diventare serial killer al soldo della mafia, ad eccezione della figlia Venere, che studia in collegio e per cui la donna sogna un futuro radioso. Il figlio di Tripolina con la complicità del fratello piccolo, si introduce nell’ospedale e cerca con un stratagemma di uccidere Tonio, ma quando entra nella camera trova il letto vuoto. Il fratellino, testimone del tentato omicidio, dà l’allarme. Carmela Di Venanzio, ancora in convento, sta per partire per gli Stati Uniti ma quando legge sul giornale che suo fratello Fortunato ha sparato a Tonio decide di rimandare la partenza. Mentre si reca in ospedale alla ricerca di Tonio, la ragazza ha un malore: è incinta, il bambino potrebbe essere di Tonio. Fortebracci, nel frattempo, nel ricordo di suo fratello Santi chiede a Melina di sposarlo e decide di diventare collaboratore di giustizia. Tripolina perde la potestà su Patroclo, il figlio più piccolo, che viene affidato a una nuova famiglia e rifiuta di salutare la madre quando lei si presenta all’uscita di scuola. Intanto Venere torna dalla madre e dai fratelli per le vacanze. I figli di Tripolina rapiscono e torturano Ricky (Cristiano Pasca), il vecchio amico di Tonio, per sapere dove si nasconde Fortebracci. Ricky, per paura che facciano del male a lui e al padre decide di aiutarli, chiedendo al giudice De Santis un incontro con Tonio. Fortebracci accetta. Viene organizzato l’incontro ma durante il tragitto, il figlio di Tripolina che ha preso il posto di un agente di polizia, obbliga l’altro poliziotto a svelargli la località in cui si nasconde Tonio con la sua famiglia. L’agente svela il segreto ma viene ucciso. Nel frattempo Ricky è riuscito a scappare. De Santis viene a sapere che Ricky potrebbe aver tradito Fortebracci, così lo avvisa e gli dice che Melina, Antonia e Salvatore sono in pericolo e devono fuggire. Melina e Salvatore salgono in auto, Antonia corre dal papà per chiedergli dov’era un soprammobile che gli aveva regalato. Padre e figlia si girano per il boato: sull’auto di Melina c’era una bomba, che uccide lei e Salvatore. Tonio e Antonia sono disperati. Fortebracci chiede a Francesca di occuparsi di sua figlia, di assegnarle una nuova identità e di portarla lontano in un collegio. Tonio darà inizio alla sua spietata vendetta e si farà vivo lui con Francesca per avere notizie di Antonia. Mancuso e le altre famiglie mafiose ringraziano Tripolina e i figli per aver organizzato l’attentato contro Tonio. Mentre la madre è da Mancuso, Fortunato Di Venazio e i suoi amici vedono Venere e restano attratti dalla bellezza della ragazza. Paride (Federico Galante) si pente di aver ucciso Melina e Salvatore e confessa alla madre di non voler più fare il killer, ma Tripolina non accetta la decisione del figlio. Il prete rivela a Carmela e a Ricky che Tonio è morto con tutta la sua famiglia, ora tutti credono che Fortebracci sia stato ucciso, in realtà è vivo e medita la sua vendetta. Mentre sta per uccidere i boss mafiosi, arriva U Burattinaio Saro Ferito, il super boss. Tonio si ferma, ascolta le conversazioni e scopre che la mafia ha trasferito parte delle sue attività criminali in America: U Burattinaio chiede ai boss di aiutare il suo cugino americano. Tonio chiede a Francesca cosa c’entra Ferito con la morte di Santi, ma la De Santis non può rivelare nulla. Tonio allora se ne va la Francesca lo supplica di restare rivelandogli di amarlo. Per amore di Paride, Tripolina decide di togliere la fidanzata del ragazzo, Erminia, dalla strada e le chiede di andare d’accordo, per il bene del ragazzo. Fortunato Di Venanzio incontra Venere e la invita a una festa, la ragazza è titubante, ma accetta. In realtà è una trappola: Di Venanzio e i suoi amici avevano fatto una scommessa sulla presunta verginità della ragazza e per divertirsi la violentano barbaramente. Tripolina e i suoi figli, allarmati per il fatto che Venere non ha fatto ritorno a casa, si mettono alla ricerca della ragazza. Venere cerca di fuggire dalla casa di Di Venanzio e telefona di nascosto alla madre, dicendole che Ferdinando e i suoi amici l’hanno violentata. Per paura di una denuncia, Ferdinando strangola Venere e la uccide.

L’ONORE E IL RISPETTO ANTICIPAZIONI PUNTATA 12 SETTEMBRE – Nella puntata in onda questa sera, dopo l’affiliazione con gli americani, Tonio torna in Sicilia e cerca una ditta per iniziare il traffico della droga: parte il piano per vendicarsi del Burattinaio. Intanto, in collegio, Antonia non vuole fare amicizia con le altre bambine e non accetta neanche le visite della giudice De Santis: la ragazzina, insomma, vuole solo suo padre. Grazie all’aiuto del giudice De Santis, la Tripolina scopre dettagli assai dolorosi sulla morte di Venere e così decide di organizzare una dura vendetta contro le famiglie dei padrini. Carmela e Tonio si rivedono a Mascalucia e non ci vuole molto perché i due tornino ad amarsi.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top