Connect with us
fedez insultato a Domenica In

News

Fedez vs. Codacons, nuovo atto: loro esultano per social down, lui li sbeffeggia

Nuovo capitolo della guerra tra il rapper e l’associazione dei consumatori, che prosegue nella guerra contro gli influencer

Che tra Fedez e il Codacons non scorra buon sangue è risaputo, così ieri c’è stato l’ennesimo scontro a distanza fra i due. A scatenare il nuovo botta e risposta è stato il social down di ieri: Facebook, Instagram e Whatsapp hanno smesso di funzionare per circa 7 ore, un tempo lunghissimo che è stato apprezzato da molti ma condannato da altri. A creare più problemi è stato il down di Whatsapp, servizio di messaggistica molto usato, e ha spinto molti su Telegram. Tanti in realtà hanno anche rispolverato i cari e vecchi SMS. Insomma non è stato del tutto impossibile comunicare in quelle ore, sebbene Whatsapp sia l’app più diffusa e immediata per chattare ormai.

Qualche ora di pausa da Facebook e Instagram invece per molti è stato un bene, visto che per forza di cose si doveva staccare la spina dai social per un po’. Anche il Codacons è per certi versi d’accordo con questa tesi, ma per motivi leggermente diversi. Nell’esprimere felicità per il social down, il Codacons ha festeggiato non tanto per la possibilità di prendersi una pausa da Facebook e Instagram quanto per il silenzio forzato degli influencer.

Sì, il Codacons ha trovato un motivo per scagliarsi contro gli influencer anche in questa occasione. Hanno brindato alla “liberazione dallo strapotere degli influencer che in Italia dettano legge sui social e bersagliano i follower. La gioia per il silenzio forzato di queste figure attive sui social era incontenibile, a quanto pare: “Almeno per qualche ora dovranno tacere”. Parole che suonano come un vero e proprio accanimento contro il mondo degli influencer, i toni con cui ne hanno parlato in effetti non sono per niente pacifici e sereni, anzi.

Va ricordato che le sponsorizzazioni sono state regolarizzate e gli influencer oggi devono segnalare se si tratta di regali, sponsorizzazioni pagate o consigli spontanei. Ma ciò non basta al Codacons: erano felici del silenzio degli influencer. Hanno dimenticato però l’esistenza di Twitter, il social usato per esprimere pensieri veloci o per lo più per commentare i fatti della giornata e i programmi televisivi. Ed è proprio su Twitter che è comparso Fedez per dire la sua.

Il rapper ha condiviso questo passaggio delle dichiarazioni del Codacons e non ha trattenuto le risate: “Ahahahah volo nell’iperuranio senza Wi-Fi”. Non solo, poco dopo ha postato un meme: “Il Codacons che festeggia per #instagramdown. Io che rispolvero Twitter: Vediamo se mi ricordo come si fa”. Inutile dire che Fedez ha subito ricevuto applausi e consensi per questi tweet contro il Codacons.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top