Connect with us
enrico ruggeri lucio battisti

Televisione

Enrico Ruggeri canta ‘I giardini di marzo’ di Lucio Battisti: Twitter ribolle

enrico ruggeri lucio battistiEnrico Ruggeri canta ‘I giardini di marzo’ di Lucio Battisti: Twitter ribolle e boccia il cantautore milanese

Ultima puntata di Una storia da cantare, il programma di Rai1 che ha dedicato tre omaggi a tre grandi personalità della musica italiana. Nelle due settimane precedenti è stato il turno di Fabrizio De André e Lucio Dalla, nell’ultimo appuntamento spazio a Lucio Battisti. A presentare lo show sempre la coppia Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero. E proprio Ruggeri, poco dopo l’inizio della serata, si è esibito sulle note della celeberrima e immortale “I giardini di marzo”, brano pubblicato il 24 aprile 1972 per la casa discografica Numero Uno. Peccato che i telespettatori da casa si siano riversati su Twitter facendo piovere una marea di critiche. E no… pare proprio che la performance del cantautore milanese non sia piaciuta.

Su Twitter sono stati tanti i commenti che hanno bersagliato l’esibizione di Enrico Ruggeri. Eccone alcuni scritti a caldo: “Povero Lucio… qualcuno lì fermi!”. “Basta, ti prego”, “Strazio”. “Non mi piace come canta Ruggeri. Canzone rovinata”. “Ruggeri sta ruttando Battisti”. “Qualcuno strappi definitivamente le corde vocali a Ruggeri”. “Ruggeri mi fa uscire sul balcone a fumare una sigaretta. Avvisatemi quando finisce!”. “Come ammazzare una delle canzoni più belle di sempre. Povero Lucio. Perdonali”... Se gli utenti hanno bocciato praticamente in blocco il cantante milanese, Mogol, presente in studio, ha apprezzato.

Roberto Vecchioni canta ‘Tu chiamale se vuoi… Emozioni’

Dopo la performance di Ruggeri, è stato il turno  di Roberto Vecchioni che ha cantato sulle note di ‘Tu chiamale se vuoi… Emozioni’, altro brano senza tempo e sempre vivo nella memoria musicale del BelPaese. Al Professore è andata meglio rispetto al cantautore e presentatore milanese, almeno in termini di apprezzamento da parte del pubblico. Sui social, non tutti sono rimasti entusiasti dell’esibizione. Tuttavia sono stati diversi anche coloro che hanno trovato calzante l’intensità con cui l’autore di ‘Luci a San Siro’ ha rivisitato Battisti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top