Skip to main content

Elena Santarelli è convolata a nozze con Bernardo Corradi il 2 giugno del 2014. Il viaggio di nozze, tuttavia, è arrivato soltanto dieci anni dopo. Per l’occasione l’attrice, showgirl e conduttrice italiana e suo marito hanno deciso di portare con loro anche i figli Giacomo, 15 anni a luglio, e Greta, che ha spento 8 candeline lo scorso marzo. La meta prescelta dalla famiglia è stata il Giappone, paese dove Elena sognava di andare da sempre.

La honeymoon da sogno è stata raccontata dalla Santarelli nelle sue stories di Instagram. Nelle immagini la si vede per le vie di Tokyo insieme a Bernardo ed i figli e davanti ai ciliegi in fiore. Ad accompagnare la famiglia nel suo viaggio è una guida turistica, che le permette di scoprire anche le usanze del posto. Elena e Bernardo non si sono limitati solo alla capitale dove hanno trascorso le vacanze di Pasqua ed il compleanno di lui. Nel tour del Giappone hanno incluso difatti anche Hakone, il Parco Nazionale di Fuji-Hakone-Izu a ovest di Tokyo ed i centri termali all’aperto, i cosiddetti “onsen”, con vista sul monte Fuji. La coppia ha visitato anche Kyoto, raggiunta in treno, e l’isola di Honshu, famosa per i numerosi templi classici buddisti, per i giardini, i palazzi imperiali, i santuari shintoisti e le case di legno tradizionali.

Di seguito alcune delle foto del viaggio:

Elena Santarelli va in viaggio di nozze in Giappone 10 anni dopo il matrimonio

Finalmente la vacanza da sogno tanto aspettata

Elena Santarelli e suo marito Bernardo Corradi hanno finalmente potuto concedersi la vacanza da sogno che tanto desideravano dopo anni difficili. La coppia ha dovuto difatti affrontare la malattia del figlio Giacomo, detto Jack. Il bambino oggi sta bene e ha condiviso insieme a tutta la famiglia questi splendidi giorni in Giappone. I coniugi hanno scelto anche il periodo migliore per raggiungere il paese asiatico. E’ difatti risaputo che nel periodo primaverile, tra marzo ed aprile, in Giappone si ha la fioritura degli alberi di ciliegio, che si colorano quindi di rosa rendendo il paesaggio ancora più suggestivo.

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.