Connect with us
c'è posta per te gerry scotti in lacrime

C'è posta per te

C’è posta per te, Gerry Scotti in lacrime: Maria De Filippi si sbilancia con lui

c'è posta per te gerry scotti in lacrimeC’è posta per te: Gerry Scotti in lacrime per la storia di Michele e Francesco

A chiamare Gerry Scotti stasera a C’è posta per te è Michele, un ragazzo dal cuore d’oro che grazie all’aiuto di Maria De Filippi ha regalato una serata speciale al padre Francesco. Il signor Francesco, come è stato raccontato, purtroppo da anni combatte con una brutta malattia che gli ha reso le ossa fragili. Un problema questo che, di fatto, gli ha impedito di svolgere una vita normale. Lavorare, correre, giocare a calcio, muoversi con tranquillità sono tutti gesti quasi impossibili per lui. La situazione in cui vive, a volte, lo ha fatto sentire “Inutile” e non all’altezza di certe situazioni. Il figlio Michele, dunque, a C’è posta per te ha scritto proprio per ricordargli quanto importante lui è per tutta la famiglia, urlando a tutta Italia il bene e l’amore che prova per il padre.

C’è posta per te, Gerry Scotti in lacrime: le parole di Maria De Filippi

Il motivo per cui Michele ha chiesto Gerry Scotti come sorpresa per il padre è semplice. “Suo padre ti considera un uomo onesto e corretto” ha spiegato Maria De Filippi che, prima di mostrare il video della consegna della posta al suo ospite, si è poi sbilanciata nei confronti dell’amico e collega dicendo: “Perché (onesto e corretto, ndr) lo sei veramente Gerry”. Un complimento di non poco conto quello fatto dalla padrona di casa che, come i fan sanno bene, non sempre si lascia andare in apprezzamenti ed elogi facili.

C’è Posta per te, Gerry Scotti commosso: il ricordo del padre e il discorso a Francesco

Gerry Scotti, prima di lasciare il suo regalo a Francesco e Michele, a C’è posta per te ha voluto ricordare l’importanza di avere una famiglia unita e, nel farlo, si è commosso ripensando alla sua e al padre scomparso. “Gli sfortunati sono quelli che non dedicano un minuto ai propri figli perché sono troppo presi dalla carriera” ha detto. “Io sono cresciuto in una famiglia molto modesta. Mio padre ha lavorato tutta la vita di notte, eppure quei minuti che riusciva a dedicarmi ce li ho ancora dentro di me” ha poi concluso non riuscendo a trattenere le lacrime.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in C'è posta per te

Post Popolari

Scelti per voi

To Top