Connect with us
bradley cooper racconto aggressione

News

Bradley Cooper aggredito con un coltello a New York: “Spaventoso”

Il racconto dell’attore, che a distanza di tempo torna a quel giorno in cui è stato minacciato mentre andava verso la scuola della figlia

Bradley Cooper ha raccontato di essere stato minacciato con un coltello a New York. L’attore ha confessato l’accaduto durante un’intervista a Dax Shepard per il podcast Armchair, ma non è accaduto di recente. Pare infatti che l’accaduto risalga a prima del Covid-19, insomma ha aspettato un po’ prima di rivelarlo. L’attore ha rischiato la vita, di fatti, nella Grande Mela e in pieno giorno, tra l’altro. Stava andando a prendere sua figlia a scuola, era all’incirca mezzogiorno.

Un fatto che lo ha costretto ad aprire gli occhi su come viveva la città, forse un po’ troppo serenamente e senza preoccupazioni. Lo stesso Bradley Cooper sull’aggressione col coltello ha ammesso:

“Mi ero abituato a camminare per New York con gli auricolari nelle orecchie. È successo prima della pandemia. Ero nella metropolitana alle ore 11,45 per prendere Lea in una scuola russa e mi sono ritrovato con un coltello puntato contro. È stato spaventoso. Lì ho capito che avevo cominciato a sentirmi troppo al sicuro per la città. Avevo abbassato troppo la guardia”

Aveva abbassato la guardia vivendo New York come una persona normale tra tante e senza pensieri. In effetti questi episodi accadono a tutti, a quanto pare. Non è stato minacciato in quanto Bradley Cooper, ma non è da escludere che il suo essere famoso abbia attirato ancor di più il malvivente. Cooper ha proseguito nel racconto ricostruendo per filo e per segno ciò che è successo. Quindi ha spiegato di aver reagito d’istinto e di essere corso in fondo alla metro, ma continuava a sentire qualcuno che lo seguiva, che si avvicinava a lui. Ha pensato a un fan che volesse chiedere una foto o un autografo, ma così non era: “Ho guardato in basso e ho visto un coltello”.

Anche stavolta Bradley Cooper ha reagito d’istinto al coltello puntato addosso, ha saltato il tornello e si è nascosto nella metropolitana. Ha preso il telefono e ha scattato una foto al malvivente, che nel frattempo se l’è data a gambe. Come in un film, però, Cooper ha inseguito il suo aggressore:

“L’ho inseguito su per le scale. Ha iniziato a correre sulla Seventh Avenue. Gli ho scattato altre due fotografie. Poi ho fermato due agenti di polizia e ho mostrato loro la fotografia”

Un poliziotto gli ha chiesto se lo avesse accoltellato, perché spesso l’adrenalina e lo shock fa sì che non ci si accorga di essere stati accoltellati. Una domanda e una spiegazione che lasciano pensare che non fosse un caso isolato. Bradley Cooper non aveva ferite, per fortuna. Quindi dopo aver segnalato la cosa agli agenti ha ripreso la metropolitana ed è andato a prendere la figlia a scuola. “Pazzesco”, ha chiosato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top