Connect with us

News

Antonella Clerici: “Oliver stava male da due anni, senza Vittorio Garrone non ce l’avrei fatta”

Antonella Clerici, profondamente affranta per la morte del suo adorato cane Oliver (si è anche comprensibilmente commossa in diretta tv a La prova del cuoco), affida a un settimanale i ricordi più belli e più brutti.

Antonella Clerici: “Oliver presente nei momenti più importanti della mia vita”

“Sono stati gli anni più intensi e importanti della mia vita, quelli del successo, dell’amore, della maternità. E Oliver era sempre al mio fianco, da quando aveva 45 giorni e lo portai in studio a La prova del cuoco, fino a Sanremo, in cui compariva persino negli spot del Festival. E, quando avevo il dubbio di essere incinta, ho aspettato ci fosse accanto a me per fare il test di gravidanza: nei miei momenti importanti Oliver c’è sempre stato”: è la testimonianza toccante della conduttrice di Rai1 affidata a Oggi.

Oliver, il cane di Antonella Clerici, perché è morto? Il ricordo degli ultimi due anni di vita

Quando si sono aggravate le condizioni di salute del labrador biondo che è stato 15 anni accanto alla presentatrice? “Stava male da due anni, ma dopo Natale è peggiorato da non riuscire più ad alzarsi – racconta – Ho capito che, se lo amavo davvero, dovevo lasciarlo andare via, senza soffrire. Ho aspettato un giorno di sole, ho raccolto le persone che lo hanno amato”. Il riferimento è al compagno Vittorio Garrone che è sceso apposta a Roma e le è stato vicino: “Senza di lui non ce l’avrei fatta”.

La veterinaria che lo ha seguito in tutti questi anni ha addormentato Oliver. A quel punto – dice la Clerici ancora in lacrime – “abbiamo pianto tutto. È un dolore grande e, anche se so che è sbagliato umanizzare troppo gli animali, non mi vergogno a dire che è come aver perso un parente, il mio migliore amico”.

Come ha reagito Maelle, la figlia di Antonella Clerici, alla scomparsa di Oliver?

E la figlia Maelle come l’ha presa? “Ho evitato fosse presente. Da tempo lei e Oliver (che non si muoveva più e non riconosceva più nessuno tranne la Clerici, ndr) non riuscivano più a giocare insieme, anche se in questi due anni lei mi ha aiutato a prendermi cura di lui. Poi a Natale abbiamo regalato Argo, un bellissimo rhodesian, a Vittorio ma, siccome a casa sua ci sono dei lavori, il cucciolo è stato da noi. È stato un bene, ha aiutato Maelle a staccarsi più gradualmente da Oliver”.

Le sue ceneri saranno in futuro sparse nel mare di Ansedonia. Ma solo quando la Clerici starà meglio e riuscirà a realizzare davvero il “distacco”.

Fabio Traversa nasce a Bari l’11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell’ultim’ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all’occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it e Soundsblog.it. Da gennaio 2018 è autore su Altrospettacolo.it e Gossipetv.com.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top