Connect with us

Televisione

Rex 3 – Riassunto episodi del 12 luglio 2011

Il primo episodio intitolato “Un caso freddo“, si apre con l’immagine di una donna che sta precipitando nel vuoto, e con una scritta recante luogo e data del probabile incidente: Roma 7 ottobre 1993. Poco dopo la scena è leggermente cambiata e vicino al corpo senza vita di Miliça, questo il nome della poveretta, c’è già la polizia che effettua i suoi accertamenti. Dopo indagini piuttosto sommarie, il caso viene prontamente archiviato come suicidio.

In seguito ci ritroviamo al giorno d’oggi, con l’inquadratura dello stabile dove vivono il commissario Lorenzo Fabbri (Kaspar Capparoni) e il suo fedele Rex. E’ notte, Lorenzo non riesce a dormire a causa del “baccano festaiolo” degli inquilini del piano di sotto, e alquanto infastidito decide di far loro una visita. Qui, conosce una bella ragazza di nome Ivana con cui scambia qualche parola, scoprendo che alla giovane non vanno a genio i poliziotti, perché come lei stessa dichiara, quando aveva bisogno di loro non l’hanno aiutata.

Rex intanto, non vedendo tornare il suo padrone e amico pensa di raggiungerlo, e viene accolto molto calorosamente. La mattina successiva Ivana si presenta al commissariato e racconta di essere la figlia di Miliça, la donna trovata morta all’inizio di questo episodio. La ragazza non crede all’ipotesi del suicidio, e spera che Lorenzo e Rex possano far luce sulla tremenda vicenda.

Più avanti veniamo a sapere che Miliça era una badante di origine slava alle dipendenze della famiglia Ricolfi, che aveva avuto un rapporto poco prima di morire e che pur essendo astemia, nel suo corpo era stato rilevato un alto tasso alcolico. Come è stato possibile allora il suo suicidio? Non avrebbe avuto la forza di commettere il folle gesto da sola… Qualcuno l’ha gettata o spinta giù di proposito, ma chi?

Lorenzo e Rex vanno a trovare i Ricolfi, il patrigno e il fratellastro di Ivana, per saperne qualcosa di più, ma l’interrogatorio in un primo momento non soddisfa le aspettative del commissario Fabbri, desideroso di arrivare presto alla conclusione del caso. La soluzione arriverà ma sarà sconcertante: scopriremo che Miliça era morta in casa dei Ricolfi, che era stata trascinata per il pavimento, e che una piccola fibra ritrovata nella sua testa apparteneva a un tappeto verde, che si trovava in una delle stanze della villa.

L’assassino, che altri non era che il padre adottivo di Ivana, si era diretto sulle alture della città di Roma, aveva preso Miliça in braccio e poi l’aveva lasciata cadere nel vuoto. Si era comportato così per coprire il figlio, colpevole di averla vista amoreggiare con il padre, e di averla fatta accidentalmente scivolare giù dalle scale della loro villa.

Il secondo episodio è invece intitolato “Musica Maestro!” e si apre con il concerto del noto musicista Flavio Bonomi. Al termine dell’esecuzione, il “Maestro” decide di andarsi a rilassare nel suo camerino, e poco dopo al commissario Fabbri viene data la possibilità di conoscerlo grazie ad Antonio Bonomi, cugino di Flavio. Purtroppo per lui l’incontro non potrà più avvenire: il maestro Flavio Bonomi verrà ritrovato morto, colpito violentemente alla testa.

Si scoprirà poco più avanti che Flavio non era etero e che pur avendo una moglie, Malice (Alessandra Martines), era innamorato del suo allievo Vittorio. Fabbri e Rex vanno a trovare la moglie di Flavio e il commissario inizia a farle alcune domande sul marito, scoprendo che Malice sapeva della scelta del “Maestro”. In seguito sarà interrogato anche Vittorio, il compagno di Flavio, ma senza alcun risultato utile per le indagini.

L’episodio si concluderà con diversi segreti che verranno rivelati: Malice stava per divorziare da Flavio, il cui testamento era stato modificato all’insaputa della moglie; Vittorio si era innamorato di Malice e voleva scappare via con lei; Antonio Bonomi era l’assassino di Flavio ma voleva far ricadere la colpa su Malice. Ma qual’è stato il movente dell’omicidio del “Maestro”?

Per prima cosa, Flavio aveva deciso di lasciare il posto di direttore al Conservatorio di S.Cecilia, per una nuova carriera in America senza portarsi dietro Antonio, e come secondo motivo, Antonio voleva vendicarsi di Flavio per un dispetto fattogli quando erano bambini, e che non gli aveva più permesso di suonare essendo rimasto menomato ad una mano.

Al prossimo martedì, ore 21.20, Raiuno

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top