Connect with us

Televisione

Mob Wives: le vite delle mogli dei boss americani riprese dalle telecamere

MOB WIVES – Sembrano ormai lontani i tempi in cui negli Usa veniva negata l’esistenza stessa della mafia italo-americana, la stessa Cosanostra che fino a 40anni fa riusciva a rimanere segreta allo Stato, oggi è addirittura diventata un reality televisivo in cui viene messa in piazza la vita privata delle mogli di alcuni boss di altissimo rango. Negli Stati Uniti, Mob Wives, è giunto alla terza stagione, si continua ad andare avanti a scavare nella vita di queste famiglie mafiose, addirittura stanno nascendo programmi analoghi con le mogli dei boss di altre città, come reagirà il pubblico italiano davanti a questo programma? Probabilmente la curiosità di vedere dietro le quinte della mafia è normale che ci sia, non credo però possa avere un grande seguito, anche per l’orario in cui viene trasmesso il reality su Real Time (il sabato sera alle 23:05). Per quanto un programma del genere possa essere considerato fuori luogo bisogna per forza di cose ammettere la grande originalità dell’idea.

LE MOGLI PROTAGONISTE – Le quattro protagoniste vivono tutte a New York nel quartiere di Staten Island, se la memoria non mi inganna anche la famiglia Corleone nel Padrino viveva proprio nel medesimo quartiere. Abbiamo Reene Graziano, figlia del numero 2 della famiglia Bonanno Anthony Graziano e moglie di Hector Pagani, anche lui legato alla mafia e carcerato. La seconda è Carla Facciolo, moglie del carcerato Joseph Ferragamo. La terza è Karen Gravano, figlia di Sammyil toroGravano, un tempo braccio destro di Gotti ed ora collaboratore di giustizia. Infine Drita D’avanzo, sposata con Lee D’avanzo (ex di Karen Gravano) anche lui implicato nella malavita. In sostanza viene raccontata la vita di queste donne, le loro gioie e le loro difficoltà nell’affrontare la vita quotidiana con i mariti dietro le sbarre.

LE POLEMICHE – Ci si può facilmente immaginare le polemiche che un programma del genere possa aver potuto scatenare tra gli italiani in america ed i parenti delle vittime di mafia. Le associazioni degli italiani da tempo combattono gli stereotipi con cui gli americani ci vedono, addirittura alcuni sondaggi sembrano affermare che il 70% degli adulti americani siano convinti che tutti gli italiani in America siano in qualche modo legati alla mafia. Ci sono circa 18 milioni di persone con origini italiane negli Usa e programmi come Mob Wives non aiutano sicuramente a cancellare dalla testa delle persone queste leggende.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top