Connect with us

Calcio

Mario Balotelli, il cattivo ragazzo del calcio incontra Papa Francesco

Mario BalotelliUn incontro importante per Mario Balotelli

Ci sono incontri che possono cambiarti la vita, e chissà che non sia stato proprio così per Mario Balotelli, che ieri ha incontrato di persona Papa Francesco I, e che ha addirittura avuto la possibilità e l’onore di un breve colloquio privato con il Santo Padre. Nella giornata di ieri, i giocatori della Nazionale di calcio Italiana e quelli della Nazionale di calcio Argentina sono stati ricevuti dal Papa in un’udienza privata in Vaticano, durata in tutto 15 minuti, che si è svolta in occasione dell’amichevole dedicata proprio al Ponterfice, che si sta giocando proprio in questo momento allo stadio Olimpico di Roma. Il Papa ha salutato personalmente tutti i giocatori stringendo loro la mano, e raccomandando a tutti loro di essere “uomini prima che campioni”, dal momento che, molto spesso, i calciatori diventano un modello da imitare per tanti giovani. Balotelli ha preso parte all’udienza insieme ai compagni di squadra anche se stasera non sarà nè in campo nè in panchina a causa di un problema muscolare. E’ volato a Roma apposta per poter stringere la mano al Papa, per poterselo trovare di fronte e riuscire a scambiare con lui qualche parola che, a quanto pare, ha lasciato il segno nel suo cuore.

Mario Balotelli ringrazia il Papa su Twitter

Grazie Papa Francesco, grazie di cuore per quei 5 minuti”. Così scrive Mario Balotelli su Twitter, dove pubblica anche la foto del momento in cui, sorridente e visibilmente emozionato, stringe la mano a Papa Francesco. Subito dopo l’udienza, infatti, Balotelli è riuscito ad ottenere un breve colloquio privato, di soli 5 minuti, con il Pontefice. Chi ha assistito alla scena ha detto che sembrava quasi una confessione..che conoscendo il carattere turbolento di Super Mario sarebbe indubbiamente durata molto di più! Mario non ha la minima intenzione di rivelare quello che lui e il Santo Padre si sono detti in quella breve ma per lui importantissima conversazione. E sempre su Twitter mette i puntini sulle i rivolgendosi ai giornalisti, per dirgli chiaramente di non cercare di scoprire il contenuto di quella conversazione, nè di inventarne fantasiose interpretazioni- “Giornalisti non provate e non permettetevi di scrivere cercando di indovinare cosa mi sono detto con il Papa. Grazie e buona giornata” : più chiaro di così… Eppure, come era prevedibile, alcune indiscrezioni stanno comunque circolando: pare che il Papa abbia parlato con Balotelli del razzismo, del modo in cui il giocatore sia un simbolo per tanti ragazzi, e di come sia importante non reagire alle provocazioni ed ai cori razzisti delle tifoserie.

Il dialogo con il Papa avrà calmato l’animo turbolento di Balotelli?

La domanda è d’obbligo: avere una possibilità così grande, di poter parlare personalmente con il Santo Padre, avrà in qualche modo toccato il cuore di Mario Balotelli? Cambierà qualcosa nel suo modo di comportarsi, sarà meno inquieto e scapestrato, o addirittura si assumerà le sue responsabilità di padre con la piccola Pia, la figlia avuta con la showgirl Raffaella Fico della quale al momento si sta completamente disinteressando? Non ci aspettiamo certo di vedere un Super Mario che abbandona gli eccessi per intraprendere la strada della santità (anche se, si sa, a volte i disegni di Nostro Signore sono del tutto imprevedibili….). Però di una cosa siamo sicuri: che il ricordo di quei cinque minuti rimarrà per sempre stampato nella sua memoria e nel suo cuore.

 

1 Comment

1 Comment

  1. FeliceRossini

    16 agosto 2013 at 17:45

    Il Papa avrebbe dovuto avere qualche giorno libero per avere il tempo di confessarlo… scherzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Calcio

Post Popolari

Scelti per voi

To Top