Connect with us

Televisione

Margherita Laterza intervista: Il Paradiso Delle Signore e non solo

Margherita-LaterzaMargherita Laterza: intervista esclusiva a Gossip e Tv

Se di Margherita Laterza avete in mente il suo personaggio ne Il Paradiso Delle Signore, Monica, la serpe del gruppo delle veneri, dovete sapere che nella vita reale è tutta un’altra storia. “Mio padre non riesce a vedermi. Non ce la fa a guardare la televisione con me in quella versione” ci racconta scherzando Margherita Laterza. Un’attrice che per la prima volta si è trovata ad interpretare il personaggio della “cattiva“. Monica, a differenza delle altre ragazze della fiction, è una donna che per gli anni ’50 è da considerarsi fuori dagli schemi. “Come mi hanno detto anche gli sceneggiatori il mio personaggio è il più moderno della serie, perché non vuole fare successo accasandosi. Lei non vuole sistemarsi tramite un uomo, non vuole sposarsi e fare la donna di famiglia. Monica vuole fare successo con le proprie forze. Sicuramente anche passando sopra il cadavere degli altri, però da sola” racconta Margherita Laterza, che aggiunge “negli anni ’50 era raro trovare una donna che riuscisse ad avere un pensiero così indipendente“. Ma quanto c’è di Monica in Margherita? Quanto hai dovuto lavorare per interpretare questo personaggio? “Monica è un personaggio molto lontano da me e per questo ci ho lavorato parecchio. Io nella vita non mi percepisco per niente come femme fatale, non espongo la mia sensualità come fa Monica. Per questo non mi sono affidata all’istinto e all’improvvisazione, ma ci ho ragionato, mi sono chiesta perché facesse certe cose. Ho lavorato sul corpo, ma soprattutto sullo sguardo. Monica ha sempre uno sguardo vigile su tutto, è come se avesse un doppio sguardo: sia su quello che accade intorno, sia su quelle che potrebbero essere le potenzialità delle situazioni accanto a sé. Poi ho lavorato molto sulla voce. Quasi sempre bassa e calda“.

Margherita Laterza: Monica de Il Paradiso Della Signore

Nonostante Monica sia molto lontana da Margherita Laterza, l’attrice racconta che di lei apprezza molto la sua franchezza. “La cosa che più mi avvicina a lei è l’amore per la verità. Al mio personaggio danno molto fastidio l’ipocrisia e le bugie. Monica ha avuto una vita molto dura e dice le cose come stanno. È una cosa che ho anche io, anche se in modo diverso. La verità la dico, ma non per ferire gli altri o per ottenere ciò che voglio“. Entro la fine della fiction ci sarà un’evoluzione del tuo personaggio? Si vedrà anche un suo lato buono? “Non posso dirvi molto, ma Monica farà qualcosa per qualcuno per bontà, senza ottenere nulla in cambio“. Monica ha fatto colpo su Mario (Andrea Arcangeli), fratello di Teresa (Giusy Buscemi), cosa ci puoi raccontare a riguardo? “Mario farà un pochino breccia nel cuore di Monica, ma se questo vada bene o male non ve lo posso dire“. Come dicevamo all’inizio, coloro che sono vicini a Margherita Laterza non la riconoscono in Monica: né il padre, né il fidanzato, né gli amici. In effetti lo sguardo perfido di Monica è molto credibile, il ruolo da “cattiva” a Margherita Laterza riesce proprio bene. “Un mio amico, Antonio MonsellatoSalvo ne Il Paradiso Delle Signorequando ha letto il copione mi ha chiamata ridendo a crepapelle dicendomi “Marghe, ma tu dove vai?”, questo per dirvi quanto Monica sia distante da me” racconta divertita l’attrice, che aggiunge “Mio padre, come dicevo, non riesce a guardarmi, non ce la fa a vedermi cattiva e il mio fidanzato non mi riconosce“. Non facciamo fatica a crederlo! Anche tu, come le tue colleghe, sei stata rapita dalla moda degli anni ’50? “In realtà ero già completamente traviata. Un mio compagno del Centro Sperimentale mi diceva sempre “Sembri tua nonna” – ci racconta scherzando Margherita Laterza io adoro i vestiti delle mie nonne: i cappotti, le gonne a vita alta, le scarpe… li indosso quotidianamente insieme a capi più moderni. In quegli anni avevano una cura che oggi non abbiamo più“.

Margherita Laterza: il futuro delle fiction

Dopo Grand Hotel, anche Il Paradiso Delle Signore ha dato spazio a molti attori giovani e, per entrambe le fiction, è stata una scelta vincente, visti anche i dati di ascolto. Come vedi il futuro della fiction italiana in questo senso? “A me sembra che stia ricevendo molti stimoli importanti. Intanto è arrivata Netflix in Italia e quindi la fiction dovrà evolversi verso un canone un po’ più internazionale e mi sembra che ci siano degli stimoli in questo senso. Mi viene in mente Non Uccidere, che ha un sapore più internazionale. Io guardo le serie americane e loro fanno proprio questo: scrivono delle storie pazzesche, prendono una regia molto efficace e ci mettono dentro degli attori sconosciuti. La gente le guarda perché apprezza la qualità del prodotto, al di là del nome d’impatto. Quindi se il trend dovesse essere questo ovviamente saremo tutti felicissimi“. Nel tuo futuro cosa c’è? Quali sono i tuoi progetti? “Sto lavorando ad un progetto teatrale di cui però non posso parlare. Il teatro è una mia grande passione, quindi spero che questo progetto e tanti altri vadano in porto“. Non ci resta che incrociare le dita e augurare il meglio a questa giovane attrice! Finger crossed!

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top