Connect with us

Scelti per voi

Carlo Conti dice addio al Festival di Sanremo: il prossimo sarà l’ultimo

carlo contiCarlo Conti, il Festival di Sanremo 2017 sarà l’ultimo: l’annuncio

Il Festival di Sanremo 2017 sarà l’ultimo condotto da Carlo Conti. È questo l’inaspettato annuncio che lo stesso conduttore ha fatto nel corso della conferenza stampa di chiusura di Sarà Sanremo. “Il mio contratto con il Festival prevedeva tre anni da direttore artistico e, nel caso, anche da conduttore. – ha dichiarato Conti – Non ho intenzione di continuare per ora. Anche perché il record dei quattro consecutivi è di Pippo Baudo e a lui deve rimanere”. Parole che lasciano tutti senza parole e che aprono nuovi scenari in vista della conduzione del 2018. “Di questi tempi anche farne tre di seguito è una rarità. – aggiunge il conduttore – In fondo, i primi due sono andati così bene che anche e il prossimo andasse così così, la media sarebbe comunque buona…scherzo, ovviamente. Stiamo cercando di confezionare un Festival all’altezza dei precedenti“.

Festival di Sanremo, Carlo Conti annuncia l’addio in conferenza stampa

Un annuncio che di certo arriva come una sorpresa per tutti, anche perchè arriva mesi prima della nuova edizione del Festival. Proprio su questo, Carlo Conti ne approfitta per dare qualche piccola anticipazione di ciò che vedremo. Parte infatti con gli ospiti, annunciando: “Non escludo che i miei fratelli Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello possano farmi una sorpresa sul palco come lo scorso anno…chissà”. A chi gli ricorda del 50esimo anniversario della morte di Tenco, Conti ancora annuncia: “Ho chiesto agli artisti in gara di non portare, nella serata delle cover, brani di Tenco per non avvantaggiare nessuno. Ma senz’altro un’idea per omaggiarlo, magari anche piccola, ci sarà”.

Festival di Sanremo 2017: le anticipazioni di Carlo Conti

Non manca qualche piccola anticipazione sui brani dei Big in gara. Carlo Conti, nel corso della conferenza stampa, svela che qualcosa, in effetti, manca. “Manca la canzone allegra, ironica, come quelle che hanno presentato nelle scorse edizioni I soliti Idioti o Elio e le storie tese – e chiarisce- Quelle arrivate quest’anno non erano all’altezza. Sono invece di altissimo livello i testi dei brani”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Scelti per voi

Post Popolari

Scelti per voi

To Top