Connect with us

Televisione

Viso d’Angelo – Riassunto 1° puntata del 28 ottobre 2011

Una prostituta accetta il passaggio di uno strano cliente. Portata in una villa abbandonata, la ragazza viene pugnalata a morte. L’indomani, facciamo la conoscenza della poliziotta Angela Garelli (Cosima Coppola) e del suo futuro marito Marcello Ditri (Fabio Ghidoni), che svolge la sua stessa professione. I due vengono chiamati per il ritrovamento del cadavere di una giovane donna, che altri non è che la sfortunata prostituta della sera prima. Più tardi, la scena si sposta alla Centrale di Polizia, dove arriva un grande esperto di serial killer, l’ispettore Roberto Parisi (Gabriel Garko).

L’uomo è tormentato da un passato impossibile da dimenticare, quello rappresentato dalla morte della moglie, ma nonostante questo, insieme ai suoi colleghi arresta il protettore della prostituta uccisa, che molto probabilmente ha visto in faccia l’assassino. Marcello è l’infiltrato per la cattura del pericoloso assassino, e Angela all’oscuro di gran parte della missione, non è d’accordo. La mattina successiva il destino si compie, catapultando Angela nel bel mezzo di una rapina. La ragazza, senza pensarci troppo, spara al “presunto” delinquente, senza sapere che si tratta del suo amore.

Angela è sconvolta dal dolore e decide che non vuole più essere una poliziotta. Disperata, vorrebbe uccidersi con la pistola d’ordinanza ma poi opta per la droga, non prima però di gettare il suo abito da sposa nel Tevere. Intanto, Roberto Parisi è al computer, osserva le fotografie delle prostitute uccise, e vede raffigurata l’immagine sacra di Santa Teresa d’Avila. All’improvviso, ricorda che con lo stesso nome, esiste un centro dedito a salvare prostitute e tossiche. Parisi va lì e fa la conoscenza della Madre Superiora, Suor Serafina (Angela Molina), che ha preso i voti dopo la perdita della figlia.

Il killer si rifà vivo e si accorda con Hubert Ubes (Claudio Vanni), il protettore, per vedersi al solito posto. Purtroppo per lui, viene brutalmente ucciso infilzato dalla spada di una statua angelica, che viene fatta precipitare addosso all’uomo. In sottofondo s’ode una filastrocca… Rimandi a “Profondo Rosso” di Dario Argento? Per un breve momento viene inquadrato l’assassino, che è vestito di nero e con il viso celato da una maschera bianca. Più tardi, la polizia è sul luogo del delitto, mentre Angela è scomparsa. La madre, Eugenia Garelli (Martine Brochard), essendo molto preoccupata, va da Parisi. I suoi timori sono più che fondati: la figlia è arrivata persino a prostituirsi.

Alcune ore dopo, Angela è in ospedale e Roberto va a trovarla. L’uomo la conforta, dicendole che riuscirà a superare la crisi in cui è sprofondata. Angela deve disintossicarsi e Parisi pensa bene di mandarla al Santa Teresa, per portare avanti la sua indagine e perché convinto che l’assassino si trovi all’interno del centro. Successivamente, viene trovata morta una certa Cinzia (Martina Pinto), la figlia del notaio Forlei (Walter Toschi), mentre Angela scappa dal centro. Parisi convoca alla centrale Christian Giansi (Raniero Monaco di Lapio), il fidanzato di Luisa (Victoria Larchenko), sorella di Cinzia, che però non perdeva tempo per tradirla con la sorella defunta, ma lui si dichiara estraneo all’omicidio.

La Madre Superiora è andata da Parisi dicendogli che Angela è fuggita. La ragazza vorrebbe ricominciare a drogarsi, e dal momento che non ha soldi, decide di forzare la portiera di un’auto per rubare qualcosa di valore all’interno. Alla fine ne sceglie una, senza sapere che è quella del serial killer. Quando lo capisce, s’impossessa di un telefonino e di un rosario prezioso, cercando di avvertire Parisi. La puntata termina con Angela che viene tramortita, e con Roberto Parisi che invoca inutilmente il suo nome.

Al prossimo appuntamento, ore 21.20, Canale 5

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top