Connect with us

Cinema

Veloce come il vento: trama del nuovo film con Stefano Accorsi

VELOCE COME IL VENTOArriva in sala Veloce come il vento: per la regia di Matteo Rovere vediamo Stefano Accorsi in un film ispirato ad una storia vera

Si dice che le aspirazioni dei genitori spesso siano un fardello o comunque un’eredità notevole per i figli: probabilmente è così per Giulia (Matilda De Angelis) protagonista del nuovo film di Matteo Rovere, insieme a Stefano Accorsi di Veloce come il vento. Ispirato ad una storia vera, racconta la storia di questa giovane promessa qual è Giulia, nata in una famiglia di campioni del gran turismo automobilistico, che vede un padre e un fratello maggiore, Loris, muoversi come leggende in un presente in cui però il fratello specialmente, vive all’ombra del ricordo di un passato mitico. Con la madre che l’abbandona e un fratello a cui badare, Giulia si trova sola, a dover crescere, mantenere se  stessa, il fratellino, e rischiare di vedere i suoi sogni e le sue ambizioni vacillare. Rivolgersi allora al fratello con problemi di droga, Loris, le sembra l’unica via. Tra mille difficoltà qualcosa cambierà nel cuore ormai di pietra e la mente completamente almeno in apparenza, offuscata dalla droga per Loris davanti a questa nuova realtà. Come andrà a finire?

Stefano Accorsi camaleontico in Veloce come il vento

Sembra essere l’aggettivo giusto per descrivere Stefano Accorsi, che da quel dì in cui diede un “bacio”, ultimo e famoso ne ha fatta di strada, passando per la serie tv 1992 che lo ha reso di nuovo uno degli attori amati dal pubblico italiano, dopo che per diversi anni, il suo successo sembrava destinato a terminare. In Veloce come il vento, ci parla di un passato che deve avergli fatto molto male per spingerlo al non ritorno con la droga, in cui però sembra riuscire ad avere dalla vita una seconda possibilità.

Veloce come il vento e il ruolo di Giulia,  icona femminile nello sport automobilistico

Appannaggio dei soli uomini secondo datati punti di vista, in Veloce come il vento, al centro è il desiderio di una ragazza, vuoi per tradizione familiare vuoi per spinta personale, di realizzarsi. Il ruolo della protagonista Giulia è quello di una giovane donna che vuole diventare la n.1 nel Gran Turismo e Veloce come il vento è attualmente il film italiano che vede una ragazza correre in tutti i sensi per essere un’eccellenza, in uno sport ritenuto spesso solo di pertinenza maschile, con tutte le difficoltà del caso, la paura di non farcela, i suoi desideri, il suo essere donna. Riuscirà nella sua corsa personale a farcela?

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cinema

Post Popolari

Scelti per voi

To Top