Connect with us

Televisione

Trilussa. Storia d’amore e di poesia, riassunto 2° puntata del 12 marzo 2013: il successo attoriale di Giselda

il successo attoriale di Giselda riassunto 2 puntata del 12 marzo 2013 Trilussa Storia d amore e di poesiaTRILUSSA STORIA D’AMORE E DI POESIA RIASSUNTO 2° PUNTATA DEL 12 MARZO 2013 – Il riassunto della ed ultima puntata della fiction “Trilussa. Storia d’amore e di poesia“, del 12 marzo 2013, inizia con Trilussa (Michele Placido) che incontra Mussolini (Claudio Spadaro). Il Duce gli consiglia di smettere di parlare male del fascismo, altrimenti sarà costretto a farlo fucilare o esiliare. Il poeta però, non ha alcuna paura dell’uomo che ha davanti, promettendogli che scriverà una dedica per suo figlio, sul libro di fiabe preferito del bambino. Così facendo, Trilussa fa ritorno a casa, riabbracciando la cara governante Rosa (Monica Guerritore), per poi andare a trovare Arturo (Emanuele Bosi), ancora convalescente per il pestaggio perpetrato ai suoi danni dal fascista Carlacci (Giuseppe Loconsole). Il ragazzo però, non è molto contento di vederlo, convinto che il poeta si sia approfittato dell’ingenuità della dolce Giselda (Valentina Corti). Trilussa allora, mette le mani avanti, spiegandogli come stanno realmente le cose, quindi che la giovane di cui Arturo è innamorato, si era trasferita da lui solo per imparare a recitare, cercando di diventare una bravissima attrice. Costei poi, ridiventa allieva del grande poeta, e questa volta dovrà essere tutto perfetto. Ad affiancare Trilussa nel difficile compito per l’ascesa al successo di Giselda, ci sono l’ex mannequin francese Odette (Jinny Steffan), la ballerina etiope Nouma (Ashai Lombardo), il pianista cieco Marcello (Stelvio Cipriani), il truccatore Ivano (Riccardo Zinna) e alcune ballerine che si esibiranno nello spettacolo di debutto di Giselda.

PROPOSTA DI MATRIMONIO A GISELDA DA PARTE DI ARTURO E FUGA DEI DUE INNAMORATI A PARIGI – Giselda riceve da Arturo una proposta alla quale è impossibile rifiutare, cioè quella di diventare sua moglie, ma inaspettatamente la ragazza rifiuta, spiegando che prima di costruire una famiglia, ha bisogno di realizzarsi come attrice. Intanto, Carlacci tenta di violentare Giselda, che per fortuna viene provvidenzialmente salvata da Arturo. Il giovane minaccia di morte il fascista, che però non intende fargliela passare liscia. In seguito, Giselda inizia a nutrire un sentimento d’amore per Trilussa, Arturo viene a saperlo e furioso mette in atto un piano suicida, quello di presentarsi a una festa di partito, per far sapere a tutti gli invitati quanto odia il Duce, desiderando la sua imminente dipartita. Carlacci allora, approfitta di questa occasione, incastrando il ragazzo e riuscendo così nel suo intento, quello di liberarsi di lui una volta per tutte. Colto con una pistola in mano, e quindi colpevole per voler attentare alla vita di Mussolini, Arturo finisce per essere nuovamente picchiato e conseguentemente arrestato. Trilussa e Giselda si fanno in quattro per liberarlo, il primo arrivando a chiedere un favore a papa Pio XI (Renato Scarpa), la seconda sacrificando la propria verginità a Carlacci. Quest’ultimo accetta, facendo fuggire il ragazzo e pretendendo poi ciò che Giselda gli ha promesso, ma la giovane viene prontamente salvata da Trilussa. Successivamente, ecco giungere il giorno della prova generale a teatro di Giselda, che però viene boicottata dall’amante del conte Della Rocca (Armando De Razza), Marisa Mars (Angela Antonini), gelosa dell’affetto che il suo uomo prova per la ragazza. Per tutta risposta, tenterà di far arrestare Giselda per aver aiutato l’antifascista Arturo, ma grazie all’aiuto di Trilussa, i due innamorati scappano a Parigi.

SUCCESSO ATTORIALE DI GISELDA E MORTE DI TRILUSSA – Trilussa muore nel 1950, prima di diventare senatore a vita, nomina che gli avrebbe permesso di risolvere i suoi problemi finanziari, e di sposare la sua amata Rosa, alla quale sarebbe andato il suo vitalizio come sua vedova. Un anno dopo, assistiamo al ritorno da Parigi di Giselda, che dona a Rosa il prezioso busto in bronzo del poeta, che la governante voleva con tutto il cuore riscattare, dal momento che era sempre stata innamorata di quell’uomo. La ed ultima puntata della fiction “Trilussa. Storia d’amore e di poesia“, termina così con Giselda, ormai nota con il nome d’arte di Leda Gys, diva famosissima in gran parte del globo, che racconta a Rosa di aver vissuto felice per un pò di tempo con Arturo, fino all’arrivo del fascismo anche in Francia. Qui, Arturo finisce per essere deportato, sparendo per sempre. Le due donne si salutano, riprendendo così ognuna la propria vita, essendo grate a Trilussa per tutto quello che il poeta ha fatto per loro.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top