Connect with us

Ascolti tv

The wall, ultima puntata. Scheri: “Tornerà”. Critici tv: meglio Gerry Scotti del meccanismo

The wall, il game show del preserale di Canale 5 condotto da Gerry Scotti, chiude domenica 7 gennaio. Ecco la dichiarazione del direttore di rete e le recensioni dei critici televisivi.

The wall, dichiarazione del direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri

Scheri ha rilasciato la seguente nota: “Si chiude la prima esaltante stagione di The wall, il nuovo game show rivelazione della stagione, condotto magistralmente da Gerry Scotti. In un solo mese e mezzo di messa in onda, e in un periodo dell’anno complesso per la sperimentazione di nuovi format, ha raggiunto ascolti record con una media di oltre 4.100.000 spettatori a puntata, pari al 20.66% di share. Il programma è stato leader della fascia preserale tra i 15-64enni (target privilegiato dagli investitori pubblicitari) con una share del 22%, e picchi di 6.200.000 di spettatori. Un montepremi da brivido, tante emozioni e grandi ascolti: The wall, prodotto per Mediaset da EndemolShine Italy, tornerà presto con una nuova edizione”.

The wall, recensioni dei critici televisivi

Aldo Grasso sottolinea sul Corriere della Sera: “The wall (un muro di 12 metri), come molti game show, è basato sostanzialmente sulla fortuna: il meccanismo ricorda certe sfide da luna park (i chiodi erano chiodi veri) o il Plinko, una delle classiche prove di Ok, il prezzo è giusto!. Le domande sono a scelta multipla, quindi ogni concorrente ha il 25% di probabilità di rispondere in maniera corretta. Il grande sforzo del conduttore sta nel narrativizzare la gara, nel descrivere il «lato umano» dei concorrenti, nell’essere insieme conduttore e testimonial di qualche prodotto. L’abitudine è un pretesto per non cambiare canale”.

Antonio Dipollina scrive su Repubblica: “Il gioco è bello colorato, con questo muro che in realtà è la versione moderna di un giochino da luna park o da vecchie feste dell’Unità (si vincevano interi prosciutti) con la palla che scende dall’alto e balla sugli ostacoli e poi finisce in una casella. I concorrenti rispondono a domande e poi si mettono a urlare davanti al muro implorando la palla — esatto — affinché si diriga nella casella migliore. Il punto è che nel finale uno dei due concorrenti viene isolato, non vede se il socio vince o perde e gli portano un contratto con una cifra. Se firma, porta a casa la cifra: che magari è assai inferiore a quanto ha vinto il socio ma è comunque una cifra. Ovvero, poi funziona ovviamente in un altro modo, ma in teoria se non firmi sei matto e questo non è un quiz, questo è il reddito di cittadinanza”.

Francesco Specchia su Libero: “Guardando The wall si ha la sensazione che ci sia di meglio in giro. Se non fosse per il tocco di Gerry, l’orchite sarebbe dietro l’angolo. Ma il programma va bene, buon per Mediaset che torna a godere di Gerry, la sua terza potenza industriale”.

Andrea Fagioli su Avvenire: “La versione italiana, che non è stato possibile adattare per la blindatura di chi detiene i diritti, si avvale dell’esperienza di un presentatore che ha condotto più di quattromila puntate di telequiz per le reti Mediaset. E al di là del valore del format, la professionalità del fedelissimo di Cologno Monzese sta nel condurre ogni puntata come se fosse la prima volta”.

Fabio Traversa nasce a Bari l’11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell’ultim’ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all’occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it e Soundsblog.it. Da gennaio 2018 è autore su Altrospettacolo.it e Gossipetv.com.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Ascolti tv

Post Popolari

Scelti per voi

To Top