Connect with us

Televisione

The Voice of Italy: è l’ora della polemica per il talent di Rai 2

the-voice-of-italy-polemicaPOLEMICHE IN CASA RAI 2 – Dopo l’esordio scoppiettante del nuovo talent targato Rai 2, è il momento delle polemiche: the Voice of Italy non ha solo incollato allo schermo 3 milioni di telespettatori, ma anche tanta gente alla radio. Ed è da questo punto che parte la polemica: l’emittente radiofonica ufficiale non è (come per tutti gli altri programmi) Radio Rai, bensì RTL 102.5. Una sorpresa che ha gettato i dipendenti di viale Mazzini dallo sconforto all’ira. C’è chi urla allo scandalo, e chi immagina chissà quali retroscena. La risposta del Direttore Generale, Luigi Gubitosi, non si è fatta attendere, e in una email inviata a tutti i giornalisti Rai (e ripresa da Globalist) commenta: “Anche io condivido il vostro sconcerto per la mancata partecipazione di Radio Rai a The voice ed intendo capirne dinamiche e motivazioni. Ciò non ha nulla a che fare con il piano di esodi e i tagli. A prima vista mi sembra un pessimo esempio di mancato coordinamento tra radio e televisione. Nei prossimi giorni  chiariremo quanto accaduto”. Sul caso era poi intervenuto anche l’Usigrai (L’unione sindacale dei giornalisti Rai), il quale aveva commentato l’accaduto in questo modo: “Siamo ormai all’autolesionismo. Si parla di rilancio aziendale, produzioni interne, crossmedialità, e poi invece di valorizzare Radiorai, si stringono alleanze con la concorrenza”. Il caso, ovviamente, non è ancora chiuso, e siamo in attesa di ulteriori sviluppi.

LA RAI PUNTA SU THE VOICE OF ITALY – Da quando sono partiti i promo promozionali, non è stato un mistero l’obiettivo della Rai: puntare su The Voice of Italy per rilanciare la Seconda Rete. L’obiettivo, a vedere i risultati della prima puntata, sono stati raggiunti: boom di ascolti per l’esordio, e un seguito fedele sui maggiori network. Raffella Carrà, Piero Pelù, Noemi e Riccardo Cocciante, i quattro Giudici, hanno dato vita ad uno spettacolo travolgente e divertente. Lo show, presentato dall’attore Fabio Troiano, ha esordito lo scorso 7 marzo su Rai 2, registrando uno share del 12,34%.

THE VOICE AL CENTRO DELLE POLEMICHE – L’esordio di The Voice non è passato di certo inosservato. Tuttavia, subito dopo la fine della prima puntata, c’è chi ha urlato allo scandalo: un programma di punta come The Voice trasmesso da un’emittente radiofonica concorrente? Ebbene si, è successo anche questo. RTL 102.5 sarà la radio che seguirà l’evento ogni settimana, raccontando i dietro le quinte a chi (per impegni vari) non può stare davanti alla tv. E i giornalisti Rai? Dopo le polemiche sono stati “tranquillizzati” dal Direttore Generale Luigi Gubitosi: “A prima vista mi sembra un pessimo esempio di mancato coordinamento tra radio e televisione. Nei prossimi giorni  chiariremo quanto accaduto”. Una frase che ha cercato di placare gli animi. Certo è che Gubitosi dovrà sicuramente trovare una spiegazione (e al più presto!) a questa situazione.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top