Connect with us

Televisione

Terremoto, ultime notizie 4 luglio 2012: in Emilia tre scosse, la più forte di magnitudo 2.3. Scossa anche in Calabria

sisma emilia sicilia calabriaTERREMOTO – EMILIA ROMAGNA – ULTIME NOTIZIE. In Emilia Romagna è stata una notte relativamente tranquilla: solo due le scosse di terremoto. Lo sciame sismico è di sicuro ancora attivo ma sembra ormai in via di esurimento. Una prima scossa è avvenuta ieri mattina, alle 11:15.21, di magnitudo 2.1 ed ha avuto epicentro nel territorio di Sant’Agostino, provincia di Ferrara. L’ipocentro è stato localizzato a 15 Km di profondità. I Comuni colpiti Galliera, San Pietro in Casale, Mirabello, Poggio Renatico, Figarolo, Gaiba, Bondeno e Cento. La seconda scossa è avvenuta ieri pomeriggio. Il terremoto ha raggiunto magnitudo 2.1 della scala Richter ed è avvenuto alle ore 18:21:22 ore italiane, nel distretto Pianura Padana Emilia. L’epicentro Cavezzo;  i comuni ad un raggio di 10 Km dal sisma Concordia sulla Secchia, San Possidonio, San Prospero, Medolla, Mirandola.  I Comuni situati ad una distanza di 20 Km dal sisma sono: Crevalcore, Carpi, Modena, Nonantola, Camposanto. L’altra scossa questa notte, alle 1:30:02 ora italiana. Il terremoto, di magnitudo 2.3 della scala Richter ha avuto epicentro a Finale Emilia ed ipocentro a 5,6 Km di profondità. I Comuni che hanno avvertito la scossa: Cento, Bondeno, Sant’Agostino, Ficarolo, Calto.

TERREMOTO – ULTIME NOTIZIE – EMILIA – CALABRIA – SICILIA.  Continuano le scosse anche in Sicilia: ieri alle ore 12:50:13 una scossa di magnitudo 2.9 della scala Richter è stata registrata dall’INGV (Istituto di Geofisica e Vulcanologia) ad una profondità di 8.2 Km. Intanto anche la Calabria è stata colpita da una scossa di terremoto anche se di lieve entità: alle 4:028:09 la strumentazione dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha rilevato una scossa di terremoto di 2.5 della scala Richter con epicentro nella zonda di Rotonda, Morano Calabro, San Basile e Piaggianello. Altri Comuni coinvolti Frascineto, Castrovillari, Saracena, San Donato di Ninea. Il terremoto non dà pace e purtroppo lo stillicidio di scosse (anche se fortunatamente di lieve entità continua) sia in Emilia Romagna che in Sicilia. Quest’ultima è tormentata da uno sciame sismico che sembra molto attivo. In Emilia Romagna con il passare dei giorni si può pensare seriamente alla ricostruzione.

TERREMOTO EMILIA ROMAGNA – ULTIME NOTIZIE – LA POLEMICA SUI FONDI.  La paura per i terremotati dell’Emilia è quella di rimanere fuori dalle loro case per ancora molto tempo. Anche gli imprenditori chiedono che i lavori inizino subito, per evitare ulteriori danni all’economia. Eppure c’è già una fortissima polemica sui fondi stanziati per il terremoto. Oltre il 95% della somma andrà infatti all’Emilia Romagna, pesantemente colpita dal sisma. Ma la Lombardia non ci sta e protesta. Formigoni ha invitato Vasco Errani a rivedere la ripartizione. Il Presidente della Regione Emilia Romagna ha però ribadito che il decreto del Governo stabilisce questo criterio per ripartire i fondi che non sarà toccato: 95% all’Emilia, 4% alla Lombardia, 1% al Veneto.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top