Connect with us

Televisione

Terremoto, ultime notizie 16 giugno 2012: scosse nel modenese e vendita di Grana Padano a Roma per aiutare i terremotati

sisma italiaTERREMOTI NEL MODENESE E LE INTERMINABILI SCOSSE DI RIASSESTAMENTO – Ieri mattina, intorno alle ore 10.59, c’è stata una scossa di magnitudo 3.6 nel modenese: il suo epicentro è stato individuato vicino il comune di Finale Emilia. Nessun morto né ferito, per fortuna, e la terra, in Emilia, ancora trema. Questa notte, infatti, sono state registrate dall’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ben sei sismi: quelli più percettibili sono stai di magnitudo 2.4, e si sono originati a Finale Emilia (alle ore 4.20), a Camposanto, San Prospero, Cavezzo, San Possidonio, Medolla, San Felice sul Panaro, Marinadola (alle 7.19) e a Finale Emilia (alle 8.00). Queste scosse di riassestamento, dicono gli esperti, dureranno ancora per un bel po’ di tempo, non permettendo ai 14mila sfollati (questo è il numero finora stimato) di ritornare nelle loro case, in quelle, almeno, che sono state bollate come agibili, e che non minano, perciò, alla vita di nessuno.

CONTROLLI SULLE CASE – Diverse squadre di rivelatori del Sistema di Protezione Civile Nazionale stanno valutando, grazie alla schede AeDES (Agibilità e Danno nell’Emergenza Sismica, uno strumento omogeneo per il rilievo del danno), pian piano, quali case hanno risentito degli sciami sismici, che sono quindi da classificare come agibili, e quali non agibili, principalmente. Il compito di queste squadre, perciò, consiste di fare delle analisi mirate e dettagliate ad alcuni edifici e privati. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, invece, svolge un’attività simile, però su ampi spazi, cogliendo così una situazione più globale di tute quelle abitazioni e strutture di ogni genere colpite dalla miriade di terremoti. Le strutture già controllate, seguendo la scheda AeDES, sono 8499 in Emilia: 3082 sono agibili, 1439 sono  temporaneamente inagibili e agibili solo con provvedimenti di pronto intervento, 463 inagibili (ma solo parzialmente), 99 per ora inagibili (sono quelle case che hanno bisogno di maggiori controlli), 2933 completamente inagibili e 483 inagibili per rischio esterno. Mentre in Lombardia, regione in cui si sono verificate anche molte scosse, 518 sono state le abitazioni sottoposti alle varie analisi scrupolose: delle quali, 145 sono agibili, 100 temporaneamente inagibili (agibili solo con provvedimenti di pronto intervento), 37 parzialmente inagibili (da rivedere con altri controlli), 188 completamente inagibili e 29 inagibili per rischio esterno.

IL GRANA PADANO ARRIVA A ROMA – In questo periodo, molti sono stati gli eventi che hanno permesso di raccogliere una grande quantità di denaro, destinato a tutti quegli abitanti dell’Emilia e della Lombardia: dalla raccolta fondi aperta dal papa durante il One World Family Word ai diversi programmi che chiedono di mandare messaggini di pochi euro per i terremotati. Quest’oggi, invece, intorno alle 10, verrà messo in vendita nel mercato di Campagna  Amica, a Roma, in via San Tedoro n.74 (precisamente nei pressi del Circo Massimo), il Grana padano, che potrà essere acquistato fino ad esaurimento scorta. E speriamo, allora, che finisca quanto prima possibile.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top