Connect with us

Televisione

Terremoto Emilia Romagna, ultime notizie 21 giugno 2012: continua l’emergenza caldo, cresce l’attesa per il Papa

sisma emilia aggiornamentiULTIME NOTIZIE – TERREMOTO EMILIA ROMAGNA – SCIAME SISMICO SI ATTENUA. Gli esperti lo ripetono da giorni, lo sciame sismico si sta attenuando (anche se è ancora attivo); questa notte (solo) tre piccole scosse di assestamento in Emilia, devastata dal terremoto del 2o maggio  e 29 maggio 2012. Finalmente la tensione si può allentare, dopo giorni di paura e di apprensione. I vulcanologi dell’Istituto di geofisica e vulcanologia ritengono che ormai le scosse dovrebbero affievolirsi gradualmente, anhe se non sono esclusi ancora tremori. Biosgna stare all’erta e resistere ancora. Se le cose dovessero continuare in questo modo, finalmente si può iniziare a pensare di ritornare alla normalità. Tre piccole scosse di assestamento, dunque, che fanno parte della normale attività del sottosuolo, sconvolto, trasformato, lacerato dall’attività sismica. I danni e le trasformazioni che il terremoto in Emilia ha causato a questa terra sono moltissimi. In alcune zone la temperatura  del sottosuolo è salita oltre i 43 gradi centigradi. Nelle zone più colpite sono molte le fratture che si sono aperte ed in alcuni casi si è liquefatto il suolo. L’Emilia Romagna del dopo terremoto si scopre con un volto “sismico” che non sapeva di avere.

ULTIME NOTIZIE – TERREMOTO EMILIA ROMAGNA – EMERGENZA CALDO.  E non dà tregua l’emergenza caldo. Le persone che vivono in tenda si sentono esasperate: la vita è davvero difficile nei campi allestiti dalla protezione civile. Il caldo di questa settimana sta esasperando gli animi. L’emergenza è davvero molto alta. Nonostante i condizionatori, la temperatura nelle tende può raggiungere gli oltre 50 gradi centigradi. Si chiamano “sfollati” e con questo termine si vuole intendere coloro i quali hanno perso (quasi) tutto: casa, oggetti personali, il loro paese, e in alcuni casi anche amici o parenti. La vita dello “sfollato” è fatta di privazioni e di sacrifici: per questo è importante che duri il meno possibile. Eppure, in questi giorni, una notizia fa rabbrividire: nonostante l’emergenza terremoto in Emilia-Romagna, circa 51 milioni di euro sono stati inviati in Irpinia dove, nel 1980, un terribile sisma lasciò sul campo migliaia di morti (interessante l’inchiesta del Corriere della Sera).

ULTIME NOTIZIE – TERREMOTO EMILIA ROMAGNA – BENEDETTO XVI. Intanto cresce l’attesa per la visita di Benedetto XVI di martedì 26 giugno. Il Papa si recherà nelle diocesi di Rovereto e a Carpi. Qui l’omaggio alle vittime del terremoto ed il ricordo di Don Ivan, il parroco che per salvare la statuetta della Madonna fu schiacciato dalle macerie.  I fedeli attendono con ansia l’abbraccio del Santo Padre.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top