Connect with us

Gossip

Terremoto Emilia Romagna, ultime notizie 14 giugno 2012: ancora scosse, l’ultima di magnitudo 2,4. Trema anche l’Umbria

ultime notizie terremotoTERREMOTO EMILIA – ULTIME NOTIZIE. La terra continua a tremare in Emilia Romagna, anche se, con il tempo l’intensità delle scosse si sta affievolendo. Anche se lievi, le scosse si avvertono e tendono a spezzare giorno dopo giorno, la speranza per gli sfollati di poter ritornare nelle proprie abitazioni al più presto. Perchè, questo sisma, in una terra fertile e laboriosa come l’Emilia Romagna non era atteso per nulla: esperti e consulenti da anni lo danno come “territorio sicuro” da questo punto di vista. Invece la terra trema ininterrottamente dal 2o maggio 2012 e sembra non volersi arrestare. Nella giornata di ieri altre 15 scosse: il terremoto non si ferma e gli esperti sono a lavoro per cercare di capire cosa sta succedendo. Ed è questo il  nodo difficile da sciogliere: che cosa succederà? Gli esperti lo dicono da sempre: “E’ praticamente impossibile prevedere i terremoti” ma si può quanto meno studiare l’andamento di quelli che si verificano, mapparli, monitorarli per capire come si evolverà la situazione.

TERREMOTO EMILIA ROMAGNA – ULTIME NOTIZIE – LE SCOSSE.  Anche durante la giornata di ieri ci sono state altre scosse: quella più forte nella mattinata con epicentro a Mirandola e magnitudo 2.5.  La paura era ritornata la notte scorsa quando una scossa di magnitudo 3.26 con epicentro a Mirandola aveva riportato il terrore in Emilia. Dal pomeriggio di ieri, sembra ci sia stata una piccola tregua. In serata verso le 23.00, tre lievi scosse di magnitudo tra i 2 e 2.3. Poi questa notte una scossa di magnitudo 2.4 con epicentro sempre a Mirandola. Sisma anche in Umbria, la scossa, di magnitudo 2.4 ha avuto luogo nella notte con epicentro tra Terni e Perugia. Questo toglie la speranza in un diffcile, lento e faticoso ritrono alla normalità.

TERREMOTO EMILIA ROMAGNA – ULTIME NOTIZIE – IL DIFFICILE BILANCIO. Intanto gli esperti sono a lavoro: studiano le faglie. Ieri c’è stato l’incontro tra il Presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani con i colleghi della Lombardia e del Veneto, Formigoni e Luca Zaia per coordinare gli interventi e discutere dei problemi legati al terremoto. Già, perchè anche quando finalmente le scosse si arresteranno del tutto, i problemi legati al sisma rimarranno, pesanti come macigni. In primis ci sono loro, gli sfollati, che vivono in tende di fortuna; al caldo, con poca acqua. Sono oltre 16mila a vivere in queste terribili condizioni con l’estate che avanza ed il caldo che si fa sempre più opprimente e poi la ricostruzione. Ci vorrà tempo, fatica e sacrifici ma , prima di tutto bisogna sperare che il terremoto si fermi.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
6 Comments

6 Comments

  1. rita

    14 giugno 2012 at 14:52

    Vorrei dire ” BRAVI ” a TUTTI gli operatori dell’ ospedale di Mirandola per essere
    stati pronti per l’emergenza del 20 maggio. Ero all’ospedale con mio cognato che
    stava male, ma la LORO BRAVURA mi ha commosso nonostante il mio terrore
    vivendo da vicino questo momento così difficile.
    GRAZIE A TUTTI e preghiamo tutti insieme che questa benedetta terra smetta di
    tremare per dare a queste persone il diritto di lavorare e vivere.
    Ho su questo territorio i miei cari.

  2. giorgio

    14 giugno 2012 at 15:48

    il popolo emiliano anche dopo le continue scosse mantiene la speranza nel futuro e la voglia di rimboccarsi le maniche, grazie a tutti quelli che hanno dato una mano a non farli sentire soli, il popolo Emiliano corre più forte del terremoto!!!!

  3. giovanna

    14 giugno 2012 at 21:22

    Sono fiera di essere emiliana e nemmeno per un attimo ho pensato di lasciare questa terra, anzi …si continua dove possibile a lavorare, forse anche di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Gossip

Post Popolari

Scelti per voi

To Top