Connect with us

Televisione

Terremoto Emilia: dopo l’abbraccio del Papa si pensa alla ricostruzione

emilia romagna ultime notizie terremotoTERREMOTO EMILIA ROMAGNA – IL SALUTO DEL PAPA. E’ stata una giornata intensa, quella di ieri, in Emilia, con la visita del Pontefice che non ha esitato a portare il suo abbraccio alle popolazioni colpite dal terremoto. Benedetto XVI ha usato parole di speranza, di fede e di conforto per la gente costretta a dover subire una prova durissima. Dolore, morte e devastazione non devono vincere mai. Bisogna fare appello alla fede, bisogna essere forti e non perdere mai la speranza. Il Papa è stato accolto da oltre duemila persone festanti ed ha ribadito come il pensiero in questo mese fosse andato sempre alle popolazioni colpite dal sisma: “Quando la prova è diventata sempre più dura, ho deciso di venire qui a salutarvi”. Un abbraccio ideale ad una Regione che non deve essere lasciata sola in questo momento di gravissime difficoltà. Il Papa ha inoltre salutato il fratello di Don Ivan Martini, morto mentre era nella sua Chiesa crollata in seguito alla terribile scossa del 29 maggio 2012. Fede, conforto e speranza nel futuro: questi i punti salienti del messaggio che il Pontefice ha voluto portare all’Emilia devastata dal terremoto.

TERREMOTO EMILIA – LA RICOSTRUZIONE. Così dopo il Papa, la visita del Dalai Lama (che ha donato 50mila dollari all’Emilia) ed il Concerto per l’Emilia (durante il quale sono stati raccolti 2,5 milioni di euro) si pensa alla ricostruzione ed alla ripresa. L’Emilia Romagna deve rinascere dalle sue ceneri, anche il Papa ha fatto un accorato appello alle Istituzioni. L’Inail rende noto di aver messo a disposizione circa 80 milioni di euro, da utilizzare per la ricostruzione e la messa in sicurezza degli impianti industriali distrutti o danneggiati dal terremoto in Emilia, Lombardia e Veneto. Oggi, l’incontro a Bologna tra Vasco Errani e Franco Lotito (Presidente del CIV INAIL) sarà volto proprio a stabilire le condizioni per l’utilizzo dei finanziamenti. Intanto la protezione civile continua i sopralluoghi nelle abitazioni per la verifica delle condizioni e dell’agibilità. Adesso l’obiettivo primario della protezione civile è quello di riportare le persone nelle loro case, alla vita normale. E, in queste ore, si verificano, finalmente, i primi abbandoni delle tendopoli.

TERREMOTO EMILIA – ULTIME NOTIZIE – SCIAME SISMICO IN DIMINUZIONE. E’ dunque possibile cominciare a pensare ad un ritorno alla normalità; lo sciame sismico è infatti in costante diminuzione. Le ultime 24 ore sono state infatti tranquille sul fronte delle scosse, come riportato dall’INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia: nella giornata di ieri solo 5 scosse, la più forte di magnitudo 2.4 alle ore 17:28.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top