Connect with us

News

Sylvie Lubamba arrestata: la showgirl è stata accusata di truffa

sylvie-lubambaSylvie Lubamba è stata arrestata per truffa

Sylvie Lubamba, la famosa showgirl del programma “Markette” di Piero Chiambretti, ha ricevuto l’accusa di truffa e di uso indebito di carte di credito, svuotando i conti di numerosi amici, ed è stata arrestata. La polizia ha spiegato che Sylvie Lubamba approfittava delle relazioni che intraprendeva con diversi uomini facoltosi per appropriarsi delle loro carte di credito, che usava, poi, per svuotare i loro conti. Grazie a Leggo abbiamo scoperto che la showgirl non era reperibile, ma gli agenti del commissariato di Bonola hanno approfittato di una denuncia per sparizione di bagagli fatta proprio da Lubamba per farla recare in un commissariato della Capitale e di conseguenza fermarla. La soubrette è stata trattenuta con la scusa di un riconoscimento fotografico riguardante la sparizione dei suoi bagagli, ma è poi stata arrestata per truffa. Lubamba era, infatti, solita divertirsi a svuotare i conti di uomini e amici, appropriandosi di carte di credito e bancomat con cui effettuava spesso cospicui prelevamenti, finendo così sotto accusa.

Sylvie Lubamba arrestata: truffa e uso indebito di carte di credito

Sylvie Lubamba è stata rintracciata dai poliziotti del commissariato milanese di Bonola che, dopo l’ordinanza emessa il primo agosto dal giudice, l’hanno cercata a casa della madre. La showgirl era però partita il giorno prima, così gli agenti hanno cercato il suo numero di telefono da una denuncia per smarrimento dei bagagli sporta proprio da Lubamba e con la scusa del riconoscimento fotogragico sono riusciti a farla andare al commissariato di romano di Castro Pretorio. Sylvie Lubamba è stata così arrestata per truffa ed uso indebito di carte di credito e la pena che dovrà scontare è pari a tre anni e nove mesi. Ora la showgirl si trova nel carcere di Rebibbia e dovrà pagare per i gravi danni economici creati a discapito degli uomini facoltosi che usava frequentare.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top