Connect with us

Le Iene

Sugo ‘made in Italy’ con pomodoro cinese: la denuncia de Le Iene

Le-Iene-Servizio-Pomodoro-CineseLe Iene, il servizio di Nadia Toffa sul pomodoro cinese

Tornerà in onda solo stasera la nuova edizione de Le Iene, ma c’è già un servizio che fa discutere, con tanto di petizione aperta sul famoso sito Change.org. L’inchiesta in questione è stata curata dall’inviata Nadia Toffa ed indaga a fondo su alcuni sughi pronti che presentano la dicitura Made in Italy, ma in realtà sono fatti con pomodoro cinese. “Ma secondo voi quando vi comprate un sugo pronto con su scritto “prodotto in Italia” o “Made in Italy”, dentro cosa c’è? Perché se è MADE IN ITALY vien da pensare che dentro ci siano pomodori italiani. E invece non è così!” si legge nel testo diramato sulla piattaforma di petizioni online. Nadia Toffa si è recata in Cina, dove ha incontrato i responsabili delle ditte che abitualmente commerciano pasta di pomodori con i produttori italiani di pelati per cercare di far luce su ciò che veramente mangiamo quando viene aperta una scatoletta di pelati “Made in Italy”. Uno dei principali problemi riscontrati è che le leggi sui prodotti agricoli in Cina non sono le stesse che vigono in Europa, dato che la quantità di pesticidi e metalli pesanti o le analisi batteriologiche non seguono gli stessi parametri.

Le Iene: petizione contro i prodotti falsi Made in Italy

“Abbiamo scoperto che potremmo comprarci un sugo pronto fatto con il100% di pomodoro cinese, ma con su scritto “Made in Italy”. E visto che i controlli in dogana sono pochi e le leggi su metalli pesanti e fitofarmaci sono molto diverse tra i vari paesi del mondo, rischiamo di mangiarci una marea di schifezze senza neanche saperlo” si legge nel testo di petizione redatto dalla redazione de Le Iene e pubblicato su Change.org.Chiediamo che su TUTTI i prodotti alimentari inscatolati venga dichiarata la provenienza degli ingredienti, come si fa per l’olio extravergine di oliva e pochissimi altri alimenti inscatolati, per cui bisogna scrivere la provenienza: Italia, UE, extra UE. Poi sarà il consumatore a decidere. Vogliamo il VERO “Made in Italy”” denunciano gli inviati de Le Iene, dopo aver realizzato un servizio sulla contraffazione del Made in Italy.

Le Iene e il sugo contraffatto: la petizione online

L’appello delle Iene è stato subito accolto da più di 26 mila sostenitori, un numero che è pronto ad aumentare in vista della messa in onda di questa sera del servizio su Italia Uno. Intanto, sono arrivate nuove minacce per un altro inviato del programma, Matteo Viviani, che ha indagato sul nuovo sistema delle intercettazioni telefoniche e sulla mafia.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
84 Comments

84 Comments

  1. stefania

    27 settembre 2015 at 22:06

    Non vogliamo pomodoro cinesi

    • LUCIANA

      29 settembre 2015 at 09:41

      SEMPRE MEGLIO, SENZA UNA LEGGE SEVERA E GIUSTA SULL’ALIMENTAZIONE E IL MADE IN ITALY, NON ESISTE IL RISPETTO E LA TUTELA SULLA SALUTE DEI CITTADINI LASCIAR FARE QUESTE PORCHERIE E’ RENDERSI COMPLICI alla DIFFUSIONE DI MALESSERI, MALATTIE (SE NON DI PEGGIO).
      CARO RENZI I CITTADINI NON VOGLIONO SOLO PAGARE, VOGLIONO ESSERE TUTELATI, FATE LA RIFORMA DI UN VERO MADE IN ITALY,
      ANCHE L’EUROPA DEVE FARE LEGGI CHE ELIMINANO IL MERCATO A PAESI PRODUTTORI DI ALIMENTI NOCIVI-UNA VOLTA TANTO PRENDIAMO ESEMPIO DAL CANADA O AUSTRALIA …..

  2. Alessandro petrecca

    27 settembre 2015 at 22:06

    Vogliamo la riforma

  3. GraziellA

    27 settembre 2015 at 22:07

    Vogliamo il vero made in italy,

    • Maurizio

      28 settembre 2015 at 07:32

      La colpa non è dei cinesi per tutte le contraffazioni che riescono a fare ma dei nostri beneamati Politici che non riescono a farsi valere in campo nazzionale

  4. alesaandro

    27 settembre 2015 at 22:07

    Vogliamo il vero made in italy….. vogliamo vivere sereni di quello che mangiamo e non avere l ansia che da un momento all altro ci potremmo sentire male perché le cose non sono buone e scadute…. risolvete per favore

  5. Chiara

    27 settembre 2015 at 22:07

    Senza parole!!!!!!

  6. elisabetta

    27 settembre 2015 at 22:07

    vogliamo il vero made italy

  7. Marco

    27 settembre 2015 at 22:07

    É scandaloso

  8. manuel

    27 settembre 2015 at 22:07

    Signor renzi noi voliamo il vero pomodoro italiano non quello contraffatto e scaduto cinese

  9. Roberto

    27 settembre 2015 at 22:07

    Proviamoci

  10. FOSCARINO GAETANO

    27 settembre 2015 at 22:08

    VOGLIAMO IL VERO MADE IN ITALI E UN NOSTRO DIRITTO
    FORZIAMO PER FARE CHIAREZZA

  11. SARA DE GIGLIO

    27 settembre 2015 at 22:08

    Proteggiamo il made in Italy

  12. Francesco

    27 settembre 2015 at 22:08

    Vogliamo il mese in italy

  13. Manuela

    27 settembre 2015 at 22:08

    Fermiamo l’ importazione di sughi cinesi. Vogliamo solo il vero Made in Italy

  14. Daniela

    27 settembre 2015 at 22:09

    VOGLIAMO IL VERO MADE IN ITALY

  15. Mari

    27 settembre 2015 at 22:09

    100% made in Italy

  16. Francesco

    27 settembre 2015 at 22:09

    Vogliamo il made in italy

  17. mattia

    27 settembre 2015 at 22:10

    Io aderisco sulla petizione riguardate il made in italy e approvo questa iniziativa

  18. vincenzo

    27 settembre 2015 at 22:10

    Vogliamo il vero made in italy

  19. Emanuela Barcaioli

    27 settembre 2015 at 22:10

    Bravi grazie

  20. Valentina

    27 settembre 2015 at 22:10

    Voglio anch io il made in italy

  21. Emiddio

    27 settembre 2015 at 22:10

    Nn voglio prodotti cinesi solo prodotti italiani,grazie

  22. Bruschetti daniela

    27 settembre 2015 at 22:11

    Quando corriamo prodotti italiani Vogliamo il Made in Italy

  23. Emiddio

    27 settembre 2015 at 22:11

    Voglio solo prodotti italiani caro mio Renzi

  24. daniele

    27 settembre 2015 at 22:12

    E una vergona dobbiamo sapere da dove provengono i pomodori non dobbiamo spacciare pomodori cinesi x italiani renzi cambia legge

  25. FOSCARINO GAETANO

    27 settembre 2015 at 22:12

    VOGLIAMO IL VERO MADE IN ITALI E UN NOSTRO DIRITTO
    FORZIAMO PER FARE CHIAREZZA
    NN SONO RIUSCITO A CONTRIBUIRE CON LLA PETIZIONE METTETE ANCHE IL SITO SCRITTO

    • Antonella Latilla

      28 settembre 2015 at 00:10

      Come scritto nell’attacco dell’articolo, il sito dove poter firmare la petizione è change.org 😉

  26. Raffaele Franco

    27 settembre 2015 at 22:12

    Vero mede
    in italy

  27. Consuelo Polverari

    27 settembre 2015 at 22:12

    Schifosi maledetti!!!!!

  28. federica

    27 settembre 2015 at 22:13

    voglio il vero made in italy x non dovermi preoccupare che quello che mangio possa nuocermi alla salute

  29. lorenzo

    27 settembre 2015 at 22:13

    cambiamo la legge sulla importazionie del pomodoro

  30. gianluca

    27 settembre 2015 at 22:13

    Non solo sul pomodoro ma su tutti gli alimenti,sulla salute non si scherza!!!

  31. Marina

    27 settembre 2015 at 22:13

    Che schifo! Sarebbe giustosapere quali sono le aziende italiane che comprano questa schifezza. La legge non ci tutela x niente! Torneremo a farci la salsa in casa come una volta! Datti da fare Renzi!!!! Facciamoci rispettare!

  32. leonardo sabatelli

    27 settembre 2015 at 22:13

    bravissimi le iene fanno quello che non fanno i fannulloni che governano il nostro bel paese (sono impegnati ad azzuffarsi e rubare nelle nostre tasche…………..)

  33. Alfio

    27 settembre 2015 at 22:14

    Bloccata tutti i carichi provenienti dalla cina, anche perche il nostro pomodoro lo buttiamo perche non abbiamo a chi venderlo

  34. Menna Claudia

    27 settembre 2015 at 22:14

    Difendiamo la nostra cultura con la protezione dei nostri prodotti

  35. Paola Donia

    27 settembre 2015 at 22:14

    Vogliamo il vero mady in Italy al 100/100.

  36. Mariarosaria

    27 settembre 2015 at 22:14

    Ahimè è una vergogna gli imprenditori coinvolti in tutto questo schifo andrebbero messi in galera e via le chiavi a vita

  37. Alessia

    27 settembre 2015 at 22:15

    Una delle tante schifezze italiane, vergogna!!!

  38. Alfio

    27 settembre 2015 at 22:16

    Tutta colpa del governo a noi produttori non ci cautela per niente.

  39. mauro

    27 settembre 2015 at 22:16

    Pazzesco e inconcepibile potere importare una materia prima e poterla confezionare nel nostro paese, cosi possa prendere lorigine di produzione del nostro paese ( fatela manviareai figli di renzi) buonappetito

  40. Giusi

    27 settembre 2015 at 22:17

    Vorrei mangiare pomodori italiani veri.vergogna

  41. Maria

    27 settembre 2015 at 22:17

    Scandalosi

  42. salvatore

    27 settembre 2015 at 22:17

    Non è possibile che in questo paese si fanno leggi tutti i giorni e sono sempre le stesse cavolate,chissà chi sono quelli che interessa tenere sommerso tutto ciò chi sono quelli che ci mangiano sopra . Vogliamo chiarezza sulle etichette con provenienza di quello che c’è dentro e no le solite furbate.

  43. Graziano

    27 settembre 2015 at 22:18

    Si i prodotti made italy deve essere completamente coltivato e lavorato e confezionato in Italia

  44. troianiello pasquale

    27 settembre 2015 at 22:18

    non sono riuscito a dare la mia opinione a riguardo del made in itali comunque e vergognoso inconcepibile il signor renzi che metta a posto questa di riforma vergogna.

  45. Davide Villifranchi

    27 settembre 2015 at 22:20

    No comment,nn ho parole

  46. daniele

    27 settembre 2015 at 22:22

    semplicemente complimenti per il vostro lavoro e la vostra serietà
    saluti da Dani

  47. Elsa

    27 settembre 2015 at 22:23

    Vogliamo il vero made in italy

  48. Tonino

    27 settembre 2015 at 22:24

    Sono deludeluso di tutte queste truffe a carico del consumatore viva il pomodoro italiano anzi scusa il pomodoro siciliano complimenti all’equipe delle iene voglio il vero made in italy

  49. Simona

    27 settembre 2015 at 22:24

    Tutto ciò deve essere risolto al più presto

  50. Paolo Barreca

    27 settembre 2015 at 22:26

    Renzi vediamo cosa riesci a fare.

  51. Poala Busato

    27 settembre 2015 at 22:31

    dobbiamo salvare il nostro “made in italy” per la nostra salute!!

  52. laura

    27 settembre 2015 at 22:40

    Non solo è una vergogna…ma cosa ci danno da mangiare? I pesticidi .E poi i nostri contadini chiudono perchè hanno troppi controlli e troppe regole da seguire.Italiani ribellatevi

  53. giianfranco

    27 settembre 2015 at 22:41

    voglio solo i veri prodotti italiani. Renzi, svegliati!

  54. Marco

    27 settembre 2015 at 22:45

    Vogliamo il vero pomodoro italiano!!!!

  55. Domenico

    27 settembre 2015 at 22:46

    Che schifo , vogliamo il nostro made in Itali

  56. Michele Meloni

    27 settembre 2015 at 22:47

    Vorrei assolutamente partecipare alla iniziativa delle iene sull’uso del pomodoro cinese da parte d’alcune aziende italiane

  57. gianfranco

    27 settembre 2015 at 22:48

    voglio solo prodotti italiani.Se non si svegliano i nostri politici, svegliamoci noi, acquistando solo i nostri prodotti. Renzi,dove sei ???!!!

  58. Vincenzo Crapanzano

    27 settembre 2015 at 22:49

    siamo delusi dalle industrie italiane per fare soldi fanno schifo.

  59. Cettina

    27 settembre 2015 at 22:50

    Dove si può firmare questa petizione?!

  60. Vincenzo

    27 settembre 2015 at 22:58

    sappiamo tutti come vanno le cose in Italia ma siamo un popolo che non sa reagire ho non vuole,i nostri politici sanno come fare soldi. e non gliene frega un tubo della nostra salute.(voi delle iene fate un gran lavoro a smascherare tutte le magagne pero?)

  61. Michele Meloni

    27 settembre 2015 at 23:05

    Vorrei sapere ….abbiamo un ministro che dovrebbe provvedere ma non fa il suo dovere cacchio

  62. riccardo

    27 settembre 2015 at 23:11

    CHE SCHIFO ………….UFFYYYYYYYYYYYY

  63. Antonella

    27 settembre 2015 at 23:20

    Questo è raccapricciante! La gente si ammala! Stiamo mangiando schifezze! Più controlli per favore!

  64. Silvia

    27 settembre 2015 at 23:36

    Voglio pomodory made in italy!!!!!

  65. giovanni

    28 settembre 2015 at 00:10

    Finti imprenditori ridateci i nostri pomodori

  66. LUIGI VALLESE

    28 settembre 2015 at 00:22

    Chiediamo ai ns. governanti di proteggere i ns. prodotti originali e la nostra salute,specificando su tutti i prodotti l’origine.Quelli cinesi non li compriamo !

  67. Vincenzo

    28 settembre 2015 at 00:59

    Cosa aspettino i giudici ad indagare?

  68. filippo

    28 settembre 2015 at 07:07

    renzi svegliati, i pomodori cinesi spacciati per prodotti italiani,che schifo!

  69. Renzo

    28 settembre 2015 at 07:52

    Ma che schifo.
    E come al solito, la politica dorme.

  70. Giampaolo

    28 settembre 2015 at 08:51

    Ormai siamo diventati i pagliacci d’Europa se no del pianeta. Speriamo che chi di dovere faccia qualcosa Caro Renzi

  71. Daniela

    28 settembre 2015 at 09:24

    Vergogna, ora si spiega l’incremento dei tumori e così succede x tutti gli alimenti

  72. nino

    28 settembre 2015 at 11:00

    Nessun commento …….. Provo vergogna per TUTTI i politici italiani, se solo capissero che arricchire gli italiani equivale ad arricchire loro stessi senza truffare, essere ricchi in un paese povero, equivale ad essere poveri in un paese ricco, i politici italiani sono dei poveracci costretti ad impoverirci per rubarci la merendina.
    Se le parole avessero un senso legale tutti i politici sarebbero condannati all’ergastolo. Giuro e la mie sono parole di un gentiluomo, darei il consenso per decuplicarvi lo stipendio se solo vi comportaste come servitori della popolazione nel rispetto delle istituzioni e nel rispetto dell’ambiente.
    Nino

  73. nino

    28 settembre 2015 at 11:10

    Per fortuna il pomodoro e l’estratto lo facciamo in casa come si suol dire,
    vorrei capire i politici cosa mangiano e se è solo una questione di prezzo
    nino

  74. anna

    28 settembre 2015 at 13:17

    NON È PIÙ SEMPLICE VIETARE IMPORTAZIONI DALLA CINA VISTO CHE I LORO I CRITERI SIA PER IL CIBO CHE PER ALTRI PRODOTTI NON SONO A NORMA RISPETTO LA NS CEE e COSÌ ANCHE CI STA GUADAGNANDO QUI ITALIA NON POTRÀ PIÙ FARLO A DISCAPITO DELLA SALUTE DI NOI ITALIANI.DEVONO FINIRE IN CARCERE I RESPONSABILI DI QS AZIENDE GIUSTIZIA

  75. MAURIZIO

    28 settembre 2015 at 13:34

    Sono i nostri personaggi politici che ci devono salvaguardare da tutti tranelli che ci impongono le altre nazioni ma purtroppo non sanno neanche dove si trova geograficamente la Cina.viva il ma de in itali

    • MAURIZIO

      28 settembre 2015 at 13:42

      Con i nostri prodotti locali potremmo farne a meno di tutto l’export (agrumi olive uva latte e quant’altro) viva il made in itali

  76. ARDUINO DOTTORI

    28 settembre 2015 at 14:58

    Schifezze cinesi vendute con marchio made in in Italy: un ennesimo regalo dei nostri politici corrotti e incapaci.

  77. Begarani Elena

    28 settembre 2015 at 17:38

    vogliamo il pomodoro italiano, vogliamo la riforma

  78. pasquale

    29 settembre 2015 at 18:14

    Sono d’accordo che il governo ha il dovere di imporre disciplinari severi sulle merci importante e salvaguardare il made in itali. Non stupiamoci quando si sente parlare di morte come il tumore , soprattutto difuso nei giovani. Occorre cambiare le cose.

  79. pasquale

    29 settembre 2015 at 18:17

    Vergogna il nostro governo.

  80. Michela

    25 ottobre 2016 at 23:10

    Altro che vergogna!!!!!!Basta che stanno bene loro…..se ne fregano altamente del popolo!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Le Iene

Post Popolari

Scelti per voi

To Top