Connect with us

Scelti per voi

Striscia la notizia, il Gabibbo non è un plagio: la sentenza della Cassazione

GabibboStriscia la notizia, il Gabibbo vince la causa: non è un plagio della Big Red

Da ben 15 anni la Crosslan Enterprises e l’Adfra portano avanti una causa in tribunale riguardante il Gabibbo, il personaggio comico di Striscia la notizia, che viene accusato di essere un plagio della mascotte sportiva Big Red della Western Kentucky University. Oggi, finalmente, la Corte di Cassazione ha decretato che non si tratta affatto di una sua copia, confermando quindi il giudizio del tribunale di primo e secondo grado, rigettando l’impugnazione e condannando gli appellanti a rimborsare tutte le spese legali. Proprio nel 2003, infatti, la Western Kentucky University aveva fatto causa a Mediaset e a Giochi Preziosi, chiedendo un grosso risarcimento. Inoltre, nel 2007 il tribunale di Ravenna aveva dichiarato il tutto insussistente; stessa cosa aveva confermato la Corte d’Appello di Bologna che, nel 2011, aveva dichiarato che la mascotte della Big Red, ideata dallo studente Ralph Carey, non era tanto originale da meritare il diritto d’autore. Sempre a Bologna si erano rilevate differenze tra i due personaggi, sia estetiche – evidenti nella foto sopra – che di personalità – uno è un tifoso di basket e l’altro un giornalista – che escludevano completamente che il Gabibbo fosse una copia.

Il Gabibbo non è un plagio: la decisione della Cassazione

La mascotte della Big Red, quindi, non è un personaggio del tutto originale, dato che, come affermarono i giudici di Bologna, si tratta di un personaggio che assomiglia ad altri “goffi umanoidi” e non raggiunge infatti “la soglia della creatività minima richiesta per la tutela“. “Anche se in ipotesi Big Red fosse stato suscettibile di protezione ai sensi del diritto d’autore, in ogni caso Gabibbo non si sarebbe potuto considerare una contraffazione stante gli elementi di diversificazione in esso presenti” ha concluso la Cassazione nella sua sentenza. Tutto ciò porta la Western Kentucky University ad una condanna e al pagamento dei ricorsi e Antonio Ricci, fondatore del programma satirico, ad esultare.

Il Gabibbo vince la causa contro il plagio: le parole di Antonio Ricci

Il padre fondatore di Striscia la notizia non può che essere soddisfatto di questa vittoria.”Il Gabibbo rappresenta il populismo, la pancia, non parla: rutta. Vuol significare che in tv qualunque banale pupazzo, se bercia o arringa moraleggiando, può ottenere il massimo della credibilità e popolarità. Condannarlo per la voluta banalità delle sue forme, che lo rendono simile a decine e decine di altri pupazzi infantili dalla bocca larga, sarebbe stata una vera e propria assurdità” ha commentato Ricci dopo la decisione della Cassazione.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Scelti per voi

Post Popolari

Scelti per voi

To Top