Connect with us

News

Stefano De Martino in lutto per la tragedia di Torre Annunziata, la sua città: il messaggio commosso

Stefano De Martino, la commozione per la tragedia di Torre AnnunziataStefano De Martino e la tragedia di Torre Annunziata: il messaggio per la sua città

Stefano De Martino si unisce al dolore dell’Italia intera per i recenti fatti di Torre Annunziata. È salito a 8 il numero delle vittime del dramma riguardante la città campana, bilancio ormai definitivo. Come sapete, in quel comune ieri mattina all’alba è crollata una palazzina di quattro piani per cause ancora da accertare. E mentre il paese piange le tante vittime, il ballerino di Amici si unisce al cordoglio con un post pubblicato sui social. La tragedia della cittadina nei pressi della città metropolitana di Napoli lo riguarda e lo colpisce da vicino. Stefano, infatti, è nato e cresciuto proprio lì e vi fa ritorno molto spesso, in quanto ci vivono ancora tutta la sua famiglia e i suoi più cari amici. Il mentore di Selfie, sul suo profilo Instagram, ha voluto esprimere tutto il suo dolore e lo sconcerto per l’immane disgrazia.

Stefano e il dramma di Torre Annunziata: il dolore del ballerino

Sul suo profilo Instagram, De Martino ha scritto parole cariche di dolore per la tragedia della sua città. Il bilancio di 8 vittime è ormai definitivo. Tocca ora alla magistratura accertare le cause che hanno portato al crollo dell’edificio e alla conseguente strage di vite umane. “Con estremo dolore sono venuto a conoscenza della tragedia che si è consumata nella mia città, Torre Annunziata”. Con queste parole, Stefano ha aperto il post che ha dedicato al fatto sul suo profilo Instagram. “Ancora una volta viene attraversata da un destino infame e crudele. Mi unisco alla sofferenza dei familiari e delle vittime”, ha poi proseguito. In conclusione, ci ha tenuto a manifestare ai compaesani tutta la sua vicinanza. “Il mio cuore è lì con voi”.

La disgrazia di Torre Annunziata: bilancio finale 8 vittime, indaga la magistratura

Non si scava più tra le macerie della palazzina. Il ritrovamento delle ultime due salme ha portato a 8 il bilancio definitivo delle vittime. Sul devastante crollo dell’edificio ubicato nel comune della città metropolitana di Napoli (42 mila abitanti), la magistratura ha aperto un’inchiesta. Dovrà essere accertata l’eventuale presenza di responsabilità alla base del crollo di un’intera ala della palazzina anni ‘5o, stretta tra il mare e la ferrovia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top